in

Utente di iPhone incolpa Apple per il furto di 600.000$ in BTC tramite un’app fraudolenta

Un’app crypto fraudolenta presente sull’App Store, il servizio per la distribuzione di applicazioni software di Apple, ha sottratto 600.000$ in Bitcoin (BTC) a un utente iOS.

Come riferito martedì dal Washington Post, il possessore di criptovalute Phillipe Christodoulou è caduto vittima di un’app fraudolenta sull’App Store, perdendo quasi tutti i risparmi di una vita per colpa di una falsa applicazione wallet.

Il mese scorso, Christodoulou ha visitato l’App Store per cercare l’app mobile di Trezor, così da poter controllare i suoi Bitcoin tramite smartphone. Non sapendo che attualmente Trezor non offre un’app per iOS, Christodoulou ha scaricato un sosia che vantava valutazioni a quasi cinque stelle, dando l’impressione di essere effettivamente l’app ufficiale. Dopo aver inserito la sua seed phrase, Christodoulou ha affermato che i suoi 17,1 BTC sono stati immediatamente rubati.

Secondo Christodoulou, Apple, che riceve commissioni tra il 15% e il 30% sulle vendite, dovrebbe essere ritenuta responsabile della situazione. “Hanno tradito la mia fiducia nei loro confronti. Apple non si merita di farla franca,” ha spiegato. Secondo il Washington Post, Christodoulou ha sporto denuncia presso il Federal Bureau of Investigation.

In seguito alle segnalazioni di Trezor, Apple ha rimosso l’app falsa diverse volte, ma continuava a riapparire sull’App Store pochi giorni più tardi.

La comunità crypto è piuttosto divisa riguardo la responsabilità di Apple per l’incidente. “È un incubo. Truffato da un’app Trezor falsa nell’App Store ‘curato e sicuro’ di Apple,ha commentato su Twitter l’investitore crypto Scott Melker. Jameson Lopp, co-fondatore della piattaforma di custodia crypto Casa, ha twittato, “Non inserite seed phrase in software. Inserite i seed solo in dispositivi hardware Bitcoin dedicati.

Non è la prima volta che wallet crypto e app di trading false compaiono sull’App Store. La società di crypto intelligence inglese Coinfirm ha rivelato che cinque persone hanno segnalato il furto delle proprie crypto per colpa di un’app Trezor falsa su iOS, con perdite totali stimate a 1,6 milioni di dollari.

Kristyna Mazankova, portavoce di Trezor, ha spiegato a Cointelegraph che la compagnia combatte contro le app fraudolente ormai da anni. “Da metà 2019 abbiamo un processo interno per segnalare i siti e le app di phishing,” ha aggiunto, sottolineando che nel 2021 Trezor ha già segnalato a Apple tre app false.

Ci vogliono giorni prima che le app vengano rimosse e non riceviamo mai nessuna risposta da Apple o Google, quindi per noi è difficile sapere fino a quando queste app rimangono attive e quante persone vengono ingannate,” ha affermato Mazankova. Trezor ha intenzione di introdurre un’app mobile per iOS nel quarto trimestre del 2021.



Source link

Prezzo Filecoin, +40% oggi: le ragioni dell’ascesa di FIL

Cardano: la produzione dei blocchi ora è 100% decentralizzata