in

Una nuova truffa crypto prende di mira i ricchi investitori indiani

Una nuova truffa crypto in India prende di mira persone facoltose tramite una finta applicazione per smartphone.

Secondo un’inchiesta condotta da India TV News, i criminali informatici contattano le proprie vittime tramite gruppi sui social media, invitandole ad acquistare e vendere Bitcoin tramite una specifica app mobile.

Tale applicazione, che finge di essere un exchange di criptovalute, è in realtà del tutto fraudolenta: i BTC depositati sulla piattaforma finiscono infatti nelle tasche dei criminali.

Manan Shah, fondatore e CEO di Avalance Global Solutions, ha dichiarato che un uomo ha perso oltre 50.000$ a causa di tale truffa. Uno dei casi più gravi ha coinvolto un imprenditore indiano, la cui identità non è stata resa nota al pubblico, a cui i truffatori avrebbero rubato ben 3 milioni di dollari.

Sumit Gupta, cofondatore e CEO dell’exchange di criptovalute locale CoinDCX, ritiene che nel prossimo futuro assisteremo alla nascita di un gran numero di truffe crypto in India, dato che la popolarità di questa tecnologia è in rapido aumento nel Paese.

Truffe crypto nel resto del mondo

In Polonia, la Polish Financial Supervision Authority ha recentemente messo in guardia la popolazione in merito al recente aumento delle truffe correlate a false opportunità d’investimento in crypto.

Inoltre, nonostante il mercato delle criptovalute in occidente sia notevolmente maturato grazie alle lezioni apprese fra il 2017 e il 2018, ancora oggi ICO fraudolente e schemi Ponzi sono molto diffusi in Cina. Matthew Graham, il CEO della società pechinese Sino Global Capital, ha a tal proposito commentato:

“Anche se la situazione è leggermente migliorata, è un peccato che le truffe e le Ponzi siano ancora un tratto comune dell’ecosistema crypto cinese. Molti di questi schemi hanno una natura regionale, sono associati a veterani dei settori di prestiti P2P e MLM cinesi e presentano personalità comuni. Le truffe più grandi come PlusToken fanno notizia a livello internazionale, ma ci sono molti altri esempi che passano inosservati.”

Source link

non abbiamo bisogno dell’aiuto di Hoskinson

Amazon tra i protagonisti del settore blockchain