in

Una guida a Bitcoin per principianti

Ecco una breve guida a Bitcoin per i principianti. 

Bitcoin è un protocollo informatico open source pubblicato il 31 ottobre 2008 da un ignoto autore che si faceva chiamare Satoshi Nakamoto. Il PDF originale di questo protocollo è consultabile pubblicamente e liberamente ad esempio su bitcoin.org/bitcoin.pdf.

Grazie a questo protocollo è stato poi possibile realizzare un software P2P che ha consentito la creazione della prima moneta decentralizzata del mondo. 

Questa moneta è costituita da un registro pubblico, chiamato blockchain (catena di blocchi), consultabile e verificabile da chiunque, in modo che ciascun utente possa verificare che sia tutto corretto. 

Il primo blocco della blockchain di Bitcoin fu minato dallo stesso Satoshi Nakamoto il 3 gennaio 2009, ed i suoi dettagli sono consultabili pubblicamente ad esempio su blockchair.com/bitcoin/block/0.

In genere al giorno d’oggi ci si riferisce al protocollo con il termine Bitcoin con la B maiuscola, mentre ci si riferisce alla moneta con il termine bitcoin, con la b minuscola. 

Di fatto questa moneta, in formato esclusivamente digitale, è costituita solamente dalle transazioni che vengono registrate nei blocchi che vengono aggiunti alla blockchain ogni circa 10 minuti. 

Queste transazioni non sono altri che invii di bitcoin da un mittente ad un destinatario. 

Guida per principianti: perché Bitcoin è una moneta unica

Bitcoin ha però alcune caratteristiche che la rendono una moneta unica

Innanzitutto è la prima moneta decentralizzata mai emessa in tutta la storia dell’umanità. Infatti Satoshi Nakamoto, rendendo pubblico il protocollo Bitcoin, l’ha praticamente regalato all’umanità, che lo può usare liberamente senza alcuna limitazione. 

Il protocollo è basato su una rete tra pari (peer-to-peer, o P2P), in cui tutti i partecipanti hanno gli stessi diritti e le stesse opportunità. Non esistono capi, non esistono gerarchie, non esistono padroni, ma non esiste nemmeno un singolo soggetto emittente o gestore: il protocollo di fatto si gestisce da sé. 

In secondo luogo si tratta anche della prima moneta della storia con natura deflattiva. Infatti non solo il protocollo risulta essere virtualmente immodificabile, ma addirittura prevede che a tendere vengano creati sempre meno BTC (BTC è l’abbreviazione di bitcoin) in modo da arrivare addirittura tra un centinaio di anni circa ad aver generato tutti i BTC che possono esistere. In altre parole non potranno mai esisterne più di 21 milioni. 

Per far sì che ci siano bitcoin per tutti – gli abitanti del pianeta Terra sono oltre 7 miliardi – ogni singolo bitcoin è stato reso frazionabile fino al centomilionesimo, e la più piccola frazione di bitcoin, ovvero un centomilionesimo di BTC, viene comunemente chiamato Satoshi, in onore del suo creatore. 

Avendo un tetto limite al numero di bitcoin che potranno mai esistere, ad un certo punto la massa monetaria di BTC cesserà di essere inflattiva, e visto che ogni tanto qualche BTC va “perduto”, a quel punto in realtà la massa monetaria dei BTC effettivamente in circolazione inizierà addirittura a ridursi. 

Inoltre, sebbene tutte le transazioni registrate sulla blockchain siano pubbliche, sono anche pseudo-anonime, ovvero non vi è riportato il nome del mittente o del destinatario, ma solo i loro cosiddetti “indirizzi pubblici”, ovvero delle stringhe alfanumeriche casuali dalle quali non è possibile risalire al nominativo del loro proprietario. 

Va infine detto che della persona che si nascose dietro lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto non vi è più traccia dal 2011. Ovvero non solo nessuno ancora oggi sa chi sia, ma se ne sono perse tutte le tracce da almeno una decina di anni. Molti sostengono che sia deceduto.

In realtà tutto ciò è solo una minima parte di quello che è Bitcoin. Ovvero Bitcoin è molto di più di quello che è stato raccontato in questa breve guida, e per acquisire tutte le informazioni di base è necessario dotarsi di molto tempo, volontà e pazienza, e studiare molto per riuscire ad apprendere tutti i numerosi ed importanti concetti che si nascondono sotto la superficie di questo progetto tanto geniale quanto straordinario.




Source link

Rialzisti in vantaggio per la scadenza delle opzioni su BTC di febbraio da 3,2 miliardi di dollari

Ravencoin (RVN) sale dell’865%, trainato dal crescente interesse nei titoli tokenizzati