in

Un comune francese accetterà voti su blockchain per un progetto stradale

Il comune francese di Verneuil-sur-Seine sta usando la tecnologia blockchain per consentire ai suoi abitanti di votare su una consultazione relativa a un progetto stradale in programma da 50 anni e che coinvolge tre città.

Secondo il sito web ufficiale di Verneuil-sur-Seine, dal 1° all’8 ottobre il comune e i paesi vicini di Vernouillet e Chapet hanno abilitato il voto basato su blockchain tramite la startup Avosvotes, con sede nella regione degli Yvelines. I residenti possono esprimere le proprie opinioni in merito a una strada di collegamento tra i paesi di Orgeval e Les Mureaux lungo la Senna, votando a favore o contro il progetto.

L’app dedicata al voto blockchain verifica le identità dei residenti, fornisce certificati archiviati sulla blockchain di Tezos come prova che i voti sono stati espressi tramite smart contract, e consente il monitoraggio in tempo reale dei voti man mano che vengono raccolti. Il sito web di Verneuil-sur-Seine precisa che la consultazione avverrà contemporaneamente nei tre comuni, e tutti i risultati saranno conteggiati in modo indipendente.

A Verneuil-sur-Seine, le prove di voto decentralizzate e sicure sulla blockchain fornite dai ricercatori francesi di Tezos consentiranno di garantire la legittimità dello scrutinio,” ha commentato Florian Ribière, CEO di Avosvotes. “Il voto sarà quindi sicuro al 100% e ciascun votante potrà verificare che il suo è stato considerato durante il conteggio digitale.

Al momento della stesura, i residenti del comune, con una popolazione di circa 16.000, hanno espresso 487 voti.

Anche se il voto basato su blockchain è stato pubblicizzato come soluzione per contrastare i brogli elettorali e gli attacchi informatici, le sue implementazioni non hanno sempre avuto successo. In Italia, il voto blockchain in un elezione del 2017 si è concluso con costi e tempi aggiuntivi per riuscire a pubblicare i risultati. Tuttavia, ad agosto gli organizzatori della Michigan Democratic Party State Nominating Convention hanno utilizzato con successo la piattaforma di voto blockchain Voatz per far fronte alle misure restrittive legate al COVID-19.

Source link

I wallet Wasabi e Samurai minacce per l’Europol

Nuovi indirizzi Bitcoin in crescita dopo le pubblicità crypto del governo cinese