in

Trump posticipa il pacchetto di stimolo, contrazione immediata di Bitcoin

Da mesi negli Stati Uniti si discute della possibilità di introdurre un nuovo pacchetto di stimolo per aiutare la popolazione in difficoltà economica. Quest’oggi il Presidente Trump ha deciso di posticipare la questione fino al termine delle elezioni: pare che la notizia abbia fatto crollare il prezzo di Bitcoin (BTC) e dei mercati tradizionali.

Su Twitter, Trump ha scritto:

“Nancy Pelosi [Presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti] sta chiedendo 2.400 miliardi di dollari per un pacchetto di stimolo mal gestito, con alta criminalità, per gli Stati a prevalenza democratica, denaro in alcun modo correlato al COVID-19.

Abbiamo fatto un’offerta molto generosa di 1.600 miliardi di dollari ma, come al solito, non sta negoziando un buona fede. Ho pertanto deciso di respingere la loro richiesta, guardo al futuro del nostro Paese.

Ho incaricato i miei rappresentanti di interrompere le negoziazioni fino al termine delle mie elezioni. Subito dopo la mia vittoria, approveremo un grande pacchetto di stimolo indirizzato ai lavoratori e alle piccole imprese americane.”

I mercati hanno reagito negativamente alla notizia. Il valore delle azioni è significativamente diminuito, mentre Bitcoin è sceso di 200$ per poi stabilizzarsi a circa 10.600$.

L’improvvisa contrazione di Bitcoin sembra suggerire che il prezzo dell’asset continua ad essere strettamente legato ai movimenti dei mercati tradizionali, almeno per quanto riguarda le grandi notizie di natura fiscale. Secondo alcuni, si tratta di un comportamento antitetico al presunto ruolo dell’asset di riserva di valore non correlata.



Source link

Atari: annunciato il listing deI token

Yield farmer truffati dal protocollo DeFi ‘UniCats’