in

Tesla conferma la strategia di HODL, mentre un nuovo report offre un target a 100.000$ per BTC

Bitcoin (BTC) non dovrebbe avere problemi a raggiungere i 100.000$ durante l’attuale ciclo grazie al comportamento impressionante degli HODLer.

Nella nuova newsletter degli analisti di Decentrader, tra cui il collaboratore di Cointelegraph Markets filbfilb, hanno respinto l’ipotesi secondo cui la bull run di Bitcoin sta esaurendo le energie.

Le HODL Waves restano rialziste

Il loro ottimismo, spiegano, si basa sui dati secondo cui sempre più investitori stanno HODLando BTC a lungo termine, per uno o più anni.

Segnalato dal famoso indicatore “HODL Waves,” questo suggerisce un interesse ridotto a vendere Bitcoin ai prezzi attuali, offrendo solide basi per un’ulteriore crescita.

La HODL Wave a un anno o più indica che durante questo ciclo Bitcoin dovrebbe raggiungere senza difficoltà il livello dei 100.000$,” ha riassunto Decentrader.

“Maggiore è la quantità di Bitcoin detenuti per un anno o più, meno sarà liquida l’offerta e la potenziale pressione di vendita. In genere, se il 50% o più di Bitcoin vengono HODLati il bull market continua; livelli inferiori sono potenzialmente motivo di preoccupazione.”

Le HODL Waves tracciano la proporzione dei Bitcoin esistenti in base a quando sono stati usati l’ultima volta in una transazione. In precedenza, Cointelegraph ha sottolineato che buona parte di chi ha comprato BTC durante la bull run del 2017 ha conservato la propria posizione nonostante i guadagni significativi.

Grafico delle HODL Waves di Bitcoin. Fonte: Unchained Capital

L’offerta di BTC è sempre più bloccata

Come segnalato lunedì da Cointelegraph, circa il 36% dell’offerta in circolazione di Bitcoin è attualmente composto da monete “più giovani” che sono state spostate negli ultimi sei mesi.

I dati degli exchange confermano ulteriormente la mentalità pro-HODL tra gli investitori, mentre le riserve complessive continuano a precipitare da inizio marzo nonostante il nuovo massimo storico di BTC/USD.

Riserve di Bitcoin sugli exchange vs. BTC/USD
Riserve di Bitcoin sugli exchange vs. BTC/USD. Fonte: Tradingview

Persino i miner sembrano sempre più interessati a conservare le proprie ricompense in BTC, come evidenziato dalle cifre fornite dal servizio di analisi on-chain Glassnode che mostrano posizioni nette dei miner positive. Michael Saylor, CEO di MicroStrategy, ha descritto questo comportamento come “semplicemente razionale.

Le mani forti stanno ampliando le loro posizioni. Un altro forte aumento di #Bitcoin in wallet illiquidi,” ha spiegato il quant analyst Lex Moskovski commentando un altro grafico di Glassnode.

Grafico delle posizioni nette dei miner di Bitcoin
Grafico delle posizioni nette dei miner di Bitcoin. Fonte: Glassnode

Elon Musk, CEO e “Technoking” di Tesla, è diventato il più recente HODLer di alto profilo dopo aver annunciato mercoledì che la casa automobilistica venderà i suoi prodotti in cambio di BTC e non convertirà i ricavi in fiat.

Stando a Bitcointreasuries.org, attualmente Tesla possiede una stima di 48.000 BTC, cifra che dovrebbe aumentare man mano che la gente scambia i propri Bitcoin per le vetture elettriche della compagnia.



Source link

Analisti ancora ‘rialzisti su aprile’ nonostante la correzione di Bitcoin a 54.000$

Michael Saylor: ogni azienda dovrebbe avere Bitcoin