in

Sette società giapponesi useranno la blockchain per digitalizzare i documenti commerciali

Secondo un report del 26 ottobre dell’agenzia di stampa giapponese The Nikkei, sette società nipponiche si stanno preparando ad investire in un nuovo progetto per la gestione dei dati commerciali. Sviluppata da NTT Data, la piattaforma utilizza la blockchain per impedire a terzi di manipolare le informazioni registrate.

L’obiettivo dell’iniziativa è di gestire le ricevute per le società di import/export e le lettere di credito emesse dalle banche; inoltre, il nuovo servizio aiuterà anche a processare i documenti forniti dalle società di assicurazione e logistica.

Come riportato da The Nikkei, tra le società che partecipano al progetto c’è una delle principali banche giapponesi, MUFG Bank, oltre a Toyota Tsusho, Kanematsu, Sompo Japan Insurance e Tokio Marine & Nichido Fire Insurance.

Secondo la testata, il consorzio prevede di lanciare l’iniziativa entro la fine dell’anno fiscale: sembra che un progetto pilota sia stato già svolto da Mitsubishi, che sarebbe riuscita a ridurre del 50% i tempi di elaborazione dei dati.

Come riportato nel 2018, NTT Data ha stretto un accordo con la Japan’s New Energy and Industrial Technology Development Organization, controllata dal Ministero dell’Economia nipponico, per collaborare alla creazione di una piattaforma blockchain per il settore commerciale.

Source link

Le birre Budweiser e Corona ora sgorgano dalla “blockchain”

Vuoi investire in criptovalute? Ecco 2 consigli per non farti male e bruciare il tuo conto