in

Record di Bitcoin SV: minato blocco da oltre 638 MB

Lo scorso sabato, gli utenti della blockchain di Bitcoin SV (BSV) hanno battuto il record mondiale, minando il più grande blocco su rete Bitcoin da oltre 638 MB. 

Il blocco pesante, circondato da altri blocchi impossibili da minare, era di oltre 638 megabyte di grandi pezzi di dati tra cui micropagamenti e file individuali più grandi, come fotografie ad alta risoluzione.

In sostanza, la community BSV si è coordinata con i nodi onesti della rete riuscendo nel mining del grosso blocco su rete Bitcoin, con SHA256 Proof of Work, da un mempool pubblico. 

Una missione non indifferente, se si pensa che già nel maggio 2020, il mining di BSV aveva dimostrato le sue capacità di superare Visa nel volume globale dei pagamenti. 

In quel caso, però, sono stati minati il 16 maggio 2020 il blocco record di 369 MB contenente oltre 1,3 milioni di transazioni individuali e il blocco #634643 di 309 MB del 12 maggio 2020 contenente oltre 1,1 milioni di transazioni. 

Bitcoin SV (BSV): oltre il blocco record e le transazioni di pagamento 

Il presente traguardo della rete BSV nel mining, vuole dimostrare un altro fattore chiave di differenziazione della rete. 

In pratica, secondo i sostenitori della crypto di Craig Wright, la necessità sta nella creazione di una “Biblioteca digitale di Alessandria”, in cui sia le cose semplici come foto o cose complesse come sistemi operativi o applicazioni gigantesche partecipano nella rete. 

Non solo, l’idea è che le stesse possano essere spinte nelle transazioni in modo che la rete possa creare interoperabilità tra denaro e dati, in modi che sono possibili solo grazie alla potenza del protocollo Bitcoin senza limiti.

È nostra convinzione che ogni cosa di valore diventerà esponenzialmente più preziosa quando gli sarà permesso di cooperare su una rete di trasferimento di valore con ogni altra cosa di valore, creando un’incredibile opportunità nel futuro dei dati e della finanza!”.

Il mese scorso, il creatore di BSV, Craig Wright (lo pseudo Satoshi Nakamoto) ha fatto causa ai developer di BTC, BCH, BSV e BCH ABC per un presunto attacco informatico dal valore di 111.000 Bitcoin.




Source link

Le quattro più grande DApp per NFT generano un volume giornaliero di 10 milioni di dollari

I grandi depositi di Bitcoin sugli exchange possono davvero prevedere il prezzo di BTC?