in

Questo è l’ultimo grande ostacolo prima che Bitcoin possa puntare ai 20.000$

Nelle ultime settimane, Bitcoin (BTC) ha dimostrato la propria forza, e oggi il prezzo dell’asset ha raggiunto un nuovo massimo per il 2020 a 13.850$.

Questo slancio è arrivato parallelamente alla debolezza del dollaro statunitense. Secondo diversi analisti, finché il dollaro rimane debole, Bitcoin e altri beni rifugio assisteranno a ottime prestazioni.

Tuttavia, mentre Bitcoin dà prova della sua potenza, le altcoin non riescono a fare altrettanto, come dimostrano i sell-off affrontati dalla maggior parte delle criptovalute rispetto a BTC. La dominance di Bitcoin è in aumento da qualche settimana, indicando che lo slancio del mercato si basa su Bitcoin.

I trader prevedono resistenza tra 13.500$ e 14.000$

Grafico settimanale di BTC/USD
Grafico settimanale di BTC/USD. Fonte: TradingView

Il grafico settimanale mostra una chiara zona di resistenza compresa tra 13.500$ e 14.250$ come il prossimo grande ostacolo per i mercati.

Il prezzo di Bitcoin ha spezzato il muro degli 11.600$-12.000$, un livello cruciale per realizzare ulteriori movimenti rialzisti. Questo breakout ha spinto il prezzo a proseguire in direzione dell’ostacolo successivo, situato tra 13.500$ e 14.250$.

Molto probabilmente BTC non riuscirà a spezzarlo in un colpo solo, essendo il primo test di questa zona di resistenza, ma la debolezza generale del dollaro sta segnalando che il prezzo di Bitcoin è destinato a salire.

La debolezza dell’USD sta spingendo il rialzo di Bitcoin

Grafico giornaliero dell’indice del dollaro statunitense
Grafico giornaliero dell’indice del dollaro statunitense. Fonte: TradingView

Al momento, l’indice del dollaro statunitense (DXY) sta mostrando una debolezza significativa dopo che l’ultimo test al livello di 94,6 punti è stato respinto immediatamente.

Questo fallimento ha spinto il DXY a cadere ulteriormente. Cosa più importante, dal rigetto del 24 ottobre, Bitcoin ha iniziato la sua scalata.

Il rialzo ha aggiunto 3.000$ al prezzo di Bitcoin, passando da 10.500$ a 13.500$. La correlazione inversa tra DXY e Bitcoin è aumentata dal crollo avvenuto a marzo.

Se il dollaro riesce a proteggere la zona dei 92,50 come supporto, è possibile che anche il prezzo di Bitcoin vedrà un’inversione. Questo potrebbe significare una correzione nei mercati crypto, sviluppo che non assume assolutamente carattere ribassista.

Il market cap totale deve ancora affrontare una resistenza

Grafico settimanale del market cap crypto
Grafico settimanale del market cap crypto. Fonte: TradingView

La capitalizzazione di mercato totale delle criptovalute è in ritardo rispetto a Bitcoin, dato che BTC è l’unico crypto asset con ottime performance. Ciò significa che le altcoin stanno assistendo a un sell-off nei cambi contro BTC, dimostrando ulteriormente la forza di Bitcoin.

Attualmente, la capitalizzazione di mercato totale si trova all’interno dell’enorme zona di resistenza decisiva tra 400 e 410 miliardi di dollari. Un breakout da questi livelli comporterebbe la probabile continuazione verso 520-530 miliardi di dollari.

Al contrario, un rigetto qui significherebbe il ritorno in una struttura limitata dal range, con la zona tra 280 e 300 miliardi di dollari come supporto fondamentale da proteggere.

Un potenziale scenario per Bitcoin

Grafico a 3 ore di BTC/USDT
Grafico a 3 ore di BTC/USDT. Fonte: TradingView

In questo momento, il fattore decisivo per Bitcoin è riuscire a proteggere la zona tra 13.000$ e 13.200$. Se questo range si rivela un supporto sufficientemente valido, il recente breakout può essere considerato una deviazione al di sopra del limite superiore del canale.

Tuttavia, se il prezzo di Bitcoin non riesce a rimanere sopra i 13.500$ e ritorna nel range, la deviazione viene confermata da un nuovo test ribassista della zona 13.000$-13.200$.

Se questo scenario si evolve come previsto, risultano possibili nuovi test a 12.500$ e potenzialmente a 12.000$ o 11.600$.

Ovviamente, una mossa di questo genere si allinea con la potenziale inversione del DXY e il breakout fallito di Bitcoin oltre i 14.000$.

Come già menzionato, questo retest non è ribassista. Testare livelli di resistenza precedenti come supporto è molto sano prima che possa verificarsi la continuazione verso l’alto.

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo appartengono unicamente all’autore e non riflettono necessariamente i punti di vista di Cointelegraph. Ogni investimento e operazione di trading comporta dei rischi. Dovresti condurre una ricerca propria quando prendi una decisione.



Source link

Bitcoin in crescita mentre le banche faticano

Le commissioni di Bitcoin aumentano del 198% ma Ethereum resta più redditizio