in

Perché i trader prevedono una price action ‘noiosa’ per Bitcoin e le altcoin fino al 2021

Il prezzo di Bitcoin (BTC) è rimasto bloccato all’interno di un range ormai da settimane, ma i trader prevedono un quarto trimestre generalmente lento per i principali asset digitali.

Rendimenti trimestrali di Bitcoin (%). Fonte: Skew.com

Rendimenti trimestrali di Bitcoin (%). Fonte: Skew.com

Nel 2018 e nel 2019, il Q4 ha segnato una chiusura nettamente negativa, iniettando un sentiment ribassista nel mercato. Nel breve termine, un Q4 noioso caratterizzato da ulteriori contrazioni per il prezzo di Bitcoin potrebbe causare nuove perdite per i prezzi delle altcoin.

Attualmente, diversi analisti tecnici stanno osservando attentamente il rimbalzo nell’indice della dominance di Bitcoin per mettere in guardia contro un pullback nel mercato delle altcoin.

Il peggio è già passato per le altcoin?

Come segnalato da Cointelegraph, nelle ultime due settimane gran parte delle altcoin minori e dei token della finanza decentralizzata (DeFi) hanno subito perdite tra il 30% e il 60%.

Il crollo delle altcoin è peggiorato quando Bitcoin si è rialzato da 9.981$ a 11.179$ dal 9 al 19 settembre. Durante questo periodo, sembra che sia avvenuto un rally take-profit. Gli analisti credono che i guadagni ottenuti nelle altcoin e nella DeFi siano stati trasferiti in Bitcoin e stablecoin.

Di conseguenza, mentre Bitcoin segnava un forte aumento, i token DeFi sono crollati e le altcoin hanno continuato il loro costante declino.

Il sell-off nel mercato delle altcoin è avvenuto quando Bitcoin ha iniziato una correzione dopo essere stato respinto da un fondamentale livello di resistenza a 11.100$. Negli ultimi 15 giorni, BTC ha perso quasi il 6%, stabilizzandosi sopra i 10.500$ e segnando una cauta ripresa fino a 10.680$.

Grafico giornaliero di BTC/USDT. Fonte: TradingView.com

Grafico giornaliero di BTC/USDT. Fonte: TradingView.com

Secondo il collaboratore di Cointelegraph Michaël van de Poppe, è poco probabile che l’attuale fase negativa terminerà a breve.

In un tweet, van de Poppe ha pubblicato il seguente grafico, spiegando che in genere i mercati crypto attraversano periodi “noiosi e correttivi” durante il Q4. Proseguendo, il trader ha aggiunto che storicamente Ether segna un nuovo minimo locale nel mese di dicembre e inizia a riprendersi nel trimestre successivo.

Grafico giornaliero del market cap vs. Bitcoin. Fonte: TradingView.com

Grafico giornaliero del market cap vs. Bitcoin. Fonte: TradingView.com

Van de Poppe ha preannunciato che “la dominance di BTC aumenterà, e vedremo una altseason nel Q1 del 2021.

Un trader pseudonimo conosciuto come “Loma” ha espresso un’opinione simile. L’ultima volta che le altcoin hanno registrato un crollo così grave, BTC ha assistito a una grande contrazione in un breve periodo di tempo.

Questa volta, le altcoin sono in calo mentre BTC e Ether rimangono relativamente stabili al di sopra dei rispettivi livelli di supporto. Il trader ha sottolineato:

“Le altcoin stanno crollando mentre Bitcoin si muove a malapena. L’ultima volta che ho visto questa situazione, Bitcoin ha tracciato una grande candela negativa.”

Un relief rally è ancora possibile?

Dall’inizio di ottobre, il mercato delle criptovalute ha affrontato una serie di eventi negativi che potrebbero pesare sul sentiment tra gli investitori.

Il 26 settembre, l’exchange KuCoin ha subito un hack per 281 milioni di dollari, e anche se il prezzo di Bitcoin non è diminuito in seguito alle notizie, potrebbe impedire l’accumulo di slancio rialzista. A questo attacco è seguito il 1° ottobre l’annuncio da parte della Commodities Futures Trading Commission (CFTC) statunitense in merito alle accuse contro BitMEX per aver violato il Bank Secrecy Act.

Il giorno seguente, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è risultato positivo al COVID-19, causando agitazione sia nei mercati tradizionali che in quelli crypto.

In seguito a diversi eventi importanti, gli investitori si aspettano una maggiore volatilità e alcuni trader hanno suggerito la possibilità di uno short squeeze.

Un altro trader popolare su crypto Twitter, conosciuto come “Byzantine General,” ha spiegato che questo è il momento “perfetto” per uno short squeeze, in quanto allontanerebbe le mani deboli. Inoltre, il trader ha affermato che c’è capitale in abbondanza ai margini nel mercato delle criptovalute:

“Con tutta l’incertezza nei mercati, soprattutto nelle crypto, sarebbe il momento perfetto per esplodere verso l’alto e lasciarci alle spalle tutte le mani deboli. A proposito, l’SSR è ancora storicamente basso, quindi c’è una grande quantità di capitale in attesa a bordo campo.”

Nel complesso, i trader prevedono un trimestre noioso per Bitcoin e le altcoin, ma l’intenso sell-off del mese scorso potrebbe portare eventualmente a una forte ripresa.



Source link

Secondo il team di sviluppo, Dash non dovrebbe essere considerato una privacy coin

Le 5 criptovalute da seguire questa settimana: BTC, ADA, XMR, ATOM, VET