in

Per la prima volta dal 2018, le riserve di Bitcoin sugli exchange sono scese sotto i 2,5 milioni

Il 20 ottobre 2020, la quantità di Bitcoin (BTC) conservati sui principali exchange è scesa sotto i 2,5 milioni di BTC per la prima volta in due anni.

Fonte: Glassnode.

Antoni Trenchev, co-fondatore di Nexo, ha spiegato a Cointelegraph che questo trend è dovuto a chi realizza finalmente che solo Bitcoin offre una politica monetaria solida:

“La gente si sta lentamente rendendo conto di ciò che alcuni di noi sanno da tempo, BTC è l’unica politica monetaria solida al momento e non ci si può permettere di allontanarsi dall’asset più performante del decennio.”

Inoltre, ha sottolineato che la comunità sta facendo sempre più ricorso a soluzioni di custodia autonoma, tra cui anche piattaforme come Nexo, su cui è possibile “ottenere prestiti contro i propri asset invece di venderli, una strategia efficace a livello fiscale.” Ieri, Cointelegraph ha segnalato che l’offerta di Bitcoin è attualmente più diffusa che mai.

Alex Mashinsky, co-fondatore della piattaforma di prestito crypto Celsius, ha affermato in un commento a Cointelegraph che l’esodo è destinato a continuare se gli exchange non iniziano a offrire condizioni migliori ai propri clienti:

“Finché gli exchange si rifiutano di offrire di più ai loro clienti, questi lasceranno le piattaforme e arriveranno su Celsius. Abbiamo appena superato 2,7 miliardi di dollari in depositi dal lancio due anni fa. Non staremmo crescendo così rapidamente se non facessimo di più per i nostri clienti rispetto agli exchange.”

Fonte: Glassnode.

Osservando il grafico sopra, possiamo vedere che questo cambiamento non ha influenzato allo stesso modo tutti gli exchange. Mentre le riserve di BitMEX e Bitfinex sono crollate per oltre la metà, Binance ha continuato ad accumulare fondi aggiuntivi. Anche le casse di Coinbase sono rimaste per lo più inalterate.

Fonte: Digital Assets Data.

La crescita della DeFi potrebbe aver contribuito a questo trend. Al momento, la quantità di Bitcoin bloccati su Ethereum tramite wBTC e renBTC supera 130.000 unità. Solo qualche mese fa, queste cifre erano trascurabili. Un altro probabile colpevole è l’adozione istituzionale. Oltre alla continua crescita del Bitcoin Trust di Grayscale, società quotate come MicroStrategy e Square hanno iniziato ad aggiungere crypto asset alle proprie tesorerie.

I perdenti più grandi: gli exchange alla guida del trend
I perdenti più grandi: gli exchange alla guida del trend. Fonte: Cointelegraph, Glassnode.

Sembra sia presente un trend generale di prelievi di Bitcoin dagli exchange custodial da parte degli utenti, o forse alcuni exchange importanti stanno semplicemente perdendo la fiducia dei loro clienti. Quest’ultima potrebbe essere una conclusione ragionevole, dato che solo tre piattaforme (BitMEX, Huobi e Bitfinex) sono responsabili per gran parte del trend. Le loro riserve sono diminuite di 390.000 BTC, equivalente all’80% della perdita totale.

Source link

Bitcoin ha una probabilità del 7% di superare i 20.000$ entro due mesi

Cryptocurrency News LIVE! Bitcoin, Bitgrail, Coinbase, Kroger, Gox Gossip, & More! (March 4th, 2019)