in

ora è il maggiore exchange di derivati crypto

Binance ha superato Huobi e OKEx: ora è il maggiore exchange di derivati crypto per volume scambiato. Secondo l’ultimo report pubblicato dalla società di analisi britannica CryptoCompare, a settembre sono state processate transazioni per 164,8 miliardi di dollari. 

CryptoCompare ha analizzato il volume d’affari degli exchange di alto profilo, concludendo che Binance è in vantaggio di circa 8 miliardi di dollari rispetto ai suoi competitor principali: Huobi, fermo a 156,3 miliardi di dollari, e OKEx, a quota 155,7 miliardi di dollari. BitMEX è quarto con 56,4 miliardi di dollari. 

Le cifre mostrano che BitMEX fosse in difficoltà ancor prima che i suoi dirigenti fossero accusati di non essere riusciti ad impedire il riciclaggio di denaro e costretti pertanto a dimettersi. L’exchange ha però segnalato un vero e proprio crollo delle operazioni in termini percentuali: il 30.7% in meno rispetto al mese precedente.

Fonte: CryptoCompare

Huobi, OKEx e Binance rappresentano insieme circa il 90% del mercato complessivo dei derivati crypto, anche se i dati segnalano una riduzione del 17,5% rispetto al mese precedente, per un totale di 634,9 miliardi di dollari. CryptoCompare ha riferito che FTX è stato l’unico exchange che ha registrato un incremento a settembre, pari al 12%, con 23,89 miliardi di dollari di scambi. 

Il report evidenzia che il volume giornaliero delle transazioni sugli exchange dei derivati ha raggiunto il massimo annuale il 3 settembre, con 27,6 miliardi di dollari; il precedente picco era stato fissato il 27 luglio, con 27,1 miliardi di dollari. 

Fonte: CryptoCompare

Le opzioni istituzionali sulla piattaforma regolamentata CME sono aumentate del 79,4% rispetto ad agosto, raggiungendo un totale mensile di 4.872 contratti negoziati. CryptoCompare ha riferito invece che i numeri dei contratti future CME Bitcoin (BTC) sono rimasti stabili, diminuendo solo dell’1% rispetto ai 203.867 scambiati ad agosto. 

Source link

La Formula 3 corre con Animoca Brands

Arrivano i primi NFT dedicati al mondo dell’erotismo