in

Oasis University Program, la blockchain in teoria e in pratica

Oasis Network ha lanciato Oasis University Program, il programma dedicato alla blockchain che coinvolge anche le maggiori università mondiali e i più importanti fornitori di servizi blockchain. 

Promotori di questa iniziativa sono la Oasis Foundation e Oasis Network. Ma sono coinvolti anche club blockchain appartenenti alle più note università, quali:

  • University of Aberdeen AI and Crypto Club 
  • Australian National University (ANU) Blockchain Club
  • Blockchain at Berkeley
  • Cambridge University Blockchain Society
  • University of Cape Town Cryptocurrencies Club
  • Cornell Blockchain
  • Digital Currency Initiative at MIT
  • University of Edinburgh Fintech Society
  • Frankfurt School Blockchain Center, Goethe University of Frankfurt
  • Imperial College Blockchain-Crypto Technologies Society
  • King’s College London (KCL) Blockchain Society
  • London School of Economics (LSE) Blockchain Society
  • London Blockchain Labs/UCL Blockchain Society
  • University of Lausanne Blockchain Society
  • University of Leeds Blockchain Society
  • Centre for Distributed Ledger Technologies, University of Malta
  • McGill University Blockchain Club
  • Oxford University Blockchain Society
  • University of San Francisco Department of Computer Science
  • University of Technology Sydney Fintech Club 
  • University of Sydney (UYSD) Blockchain & Cryptocurrency Society
  • Student Association of Digital Finance, Tsinghua University
  • University of Washington Blockchain Club.

Bison Trails parte di Oasis University Program 

Scopo dei membri dello University Blockchain Program è sviluppare app, sperimentare e gestire nodi validatori e sistemi di governance, all’interno di Oasis Network. 

Il programma prevede anche supporto tecnico, tutorial per gli studenti che vogliono partecipare e una serie di eventi. 

Con il programma, Oasis Network conta di proseguire nel suo scopo di creare una economia di dati responsabile. 

Il concetto è nel spiegato da Jernej Kos, della Oasis Foundation: 

“Con molte università attivamente impegnate nello sviluppo dell’Oasis Network oggi, ilo University Program si è dimostrato un ottimo modo per i club e i dipartimenti universitari di essere coinvolti nella costruzione di un’economia responsabile dei dati e dell’Oasis Network che lo supporta.

Oltre a partecipare al Network, le università avranno l’opportunità di promuovere la crescita di un ecosistema ampio e sostanziale incentrato sulla costruzione di un’economia responsabile dei dati”.

Liam Di Gregorio, presidente di Blockchain at Berkeley, già parte della Oasis Network ha aggiunto:

“È stato un ottimo modo per il nostro team di imparare di più sulla Rete e sulla tecnologia di calcolo confidenziale in senso lato”.

È entusiasta Daigan Reid, presidente di Blockchain Labs di Londra: 

“Il nostro team dei Labs si è divertito molto a creare, conoscere e mantenere i nodi che contribuiscono a rendere sicura la rete Oasis. Abbiamo imparato molto sulla tecnologia di Oasis e non vediamo l’ora di essere più coinvolti nel loro ecosistema”.

Lo stesso entusiasmo è espresso dal professor Philipp Sandner, direttore del Blockchain Center della scuola di Francoforte:

“La rete Oasis è un progetto entusiasmante, in quanto combina i vantaggi della blockchain con la privacy dei dati. Per questo motivo, il Frankfurt School Blockchain Center ha deciso di gestire un nodo, di partecipare alla rete e di utilizzarlo per la ricerca applicata e l’educazione pratica”.

Sarà parte del programma anche Bison Trails, che fornirà il supporto tecnico alle università. Ne ha parlato Aaron Henshaw, CTO e co-fondatore di Bison Trails:

“Siamo entusiasti di far parte del programma di lancio dell’Oasis University Program. Sostenere i club universitari dedicati alla blockchain e i dipartimenti di informatica mentre si impegnano con l’Oasis Network si allinea con la nostra missione di democratizzare l’accesso alla tecnologia blockchain”.

Altri partner oltre a Bison Trails sono Blockdaemon, En[code] Club, e Simply VC, che lavoreranno con le università per dare in particolare supporto per lo staking, se sarà necessario.




Source link

Grazie allo staking, su Cardano stanno già nascendo nuove imprese

Wall Street inizia a HODLare Bitcoin; il 40% dei BTC non si muove da 2 anni