in

Noto produttore musicale acquista il suo primo Bitcoin

Murda Beatz, noto producer musicale che ha collaborato con artisti del calibro di Drake, Nicki Minaj, Travis Scott ed altri, ha acquistato dei Bitcoin. 

Annunciando la notizia ai suoi 280.000 follower su Twitter, Beatz ha taggato l’artista hip-hop Jermane Prime e il co-fondatore di Morgan Creek Digital Anthony Pompliano, che lo hanno convinto all’acquisto:

“Oggi ho comprato Bitcoin… Devo ringraziare @JarmanePRIME e @APompliano”

Anthony “Pomp” Pompliano si è congratulato con lui per essere diventato un Bitcoiner e ha chiesto ai suoi follower di dargli il benvenuto, cosa che hanno fatto volentieri. 

Murda Beatz, vero nome Shane Lee Lindstrom, è un produttore discografico canadese che ha lavorato a otto album candidati ai Grammy con musicisti di primo piano, come Cardi B, Travis Scott e Nipsey Hussle. Ha inoltre prodotto la hit Drake “Nice for What”, che è stata al numero 1 della Billboard Hot 100 per 8 settimane. 

Il settore crypto attrae le celebrità da lungo tempo: nel 2013, Snoop Dogg ha annunciato l’intenzione di vendere i suoi album in cambio di BTC.

Durante la mania delle ICO nel 2017, celebrità come Paris Hilton e Floyd Mayweather hanno fatto endorsement pubblici di nuove monete emerse in quel periodo: progetti che si sono poi dimostrati essere di scarsa qualità.

Un’altra famosa celebrità che sostiene Bitcoin è Gwyneth Paltrow: difatti, è stata anche consulente di Abra, un provider di wallet per BTC.

Le crypto hanno pure suscitato l’interesse dell’attore statunitense Aston Kutcher, che ha investito in UnikoinGold insieme al miliardario Mark Cuban, proprietario della squadra NBA dei Dallas Mavericks. Tuttavia, lo scorso mese la startup dietro il token Unikrn è stata multata per 6,1 milioni di dollari dalla SEC per aver violato alcune leggi sulle securities. Kutcher ha anche investito in BitPay, un fornitore di servizi di pagamento in Bitcoin.

L’ex lottatore dell’UFC Ben Askren parla abitualmente delle crypto su Twitter: ha persino supportato l’ultimo halving di Bitcoin cambiando il suo nome su Twitter in “Bitcoin Halving May 13”.

Nel corso degli anni, Bitcoin è anche riuscito a trasformare alcuni scettici in sostenitori. Ad esempio, la società di business intelligence MicroStrategy ha recentemente acquistato Bitcoin per un valore di 425 milioni di dollari, nonostante nel 2013 il suo CEO Michael Saylor avesse dichiarato che i “giorni di Bitcoin sono contati“. 

Il settore crypto è ancora lontano dall’adozione mainstream, quindi il coinvolgimento delle celebrità contribuisce a richiamare l’attenzione di persone che altrimenti non avrebbero mai sentito parlare di criptovalute.



Source link

General Motors e Honda realizzeranno una rete blockchain per la ricarica dei veicoli elettrici

Bitcoin potrebbe presto assistere a un picco di volatilità comparabile a quello del 2016