in

L’IRS degli Stati Uniti invia avvisi di debito ai possessori di crypto

L’Internal Revenue Service (IRS) degli Stati Uniti ha inviato lettere ai possessori di crypto per richiedere il rimborso di ingenti debiti allo Stato.

Si tratta della notifica del modulo CP2000, che viene fornita nei casi in cui l’IRS individua discrepanze tra le informazioni fornite dai contribuenti e i propri dati. La ricezione di tali lettere è stata segnalata da alcuni utenti dell’exchange crypto Coinbase.

Uno dei clienti di CryptoTrader.Tax ha detto che l’IRS lo ha accusato di aver pagato meno del previsto nel 2018 e gli ha chiesto di pagare 127.000 dollari in tasse e multe. Secondo l’agenzia, non ha incluso nella dichiarazione i suoi investimenti in criptovalute.

Il comunicato ha rilevato che negli ultimi due giorni sono stati contattati da decine di persone che hanno ricevuto lo stesso avviso dall’IRS.

L’azienda suggerisce che non è altro che un problema causato da Coinbase. Hanno utilizzato il modulo 1099-K invece di 1099 o 1099-B.

David Kemmerer, il CEO di CryptoTrader.Tax, ha notato che il 1099-K non era destinato agli exchange crypto. È stato progettato per piattaforme in cui i pagamenti vengono effettuati direttamente da commercianti di terze parti come Uber, Lyft o Etsy.

Un episodio simile negli Emirati Arabi Uniti

Il servizio entrate degli EAU ha reagito allo stesso modo quando il trading è diventato possibile anche nel loro paese. Si trattava di una cosa relativamente nuova in quanto la religione degli Emirati Arabi Uniti vieta la speculazione, quindi aggiungere qualcosa di così speculativo come i CFD era sicuramente una novità per il Paese. 

Per un certo periodo di tempo il trading con i CFD negli Emirati Arabi Uniti era diventato un’attività molto popolare.

Queste lettere del servizio delle entrate erano comuni per gli investitori degli Emirati Arabi Uniti e possiamo vedere alcuni parallelismi con gli Stati Uniti.

Non è la prima volta che l’IRS fa questo

Va inoltre notato che non è la prima volta che i trader di criptovalute ricevono messaggi dall’IRS. Nel luglio 2019, il servizio ha chiesto di segnalare il reddito da operazioni con asset digitali, e un mese dopo – di specificare l’importo esatto dei fondi non pagati nel bilancio.

Va ricordato che nel primo rapporto sulla trasparenza Coinbase ha segnalato le richieste di dati degli utenti da parte dell’IRS al fine di trovare discrepanze con le loro informazioni.

Cosa fa l’IRS?

L’IRS è un ufficio che fa parte del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti e una delle organizzazioni di gestione fiscale più efficaci al mondo. Nell’anno fiscale 2012, l’IRS ha raccolto entrate per oltre 2,5 trilioni di dollari e ha elaborato oltre 237 milioni di dichiarazioni dei redditi.

L’IRS ha speso 48 centesimi per ogni 100 dollari raccolti nell’anno fiscale 2012.

Fornire ai contribuenti americani la massima qualità di servizio, aiutandoli a comprendere e ad adempiere ai loro obblighi fiscali e ad applicare le leggi fiscali in modo equo a tutti è la missione principale dell’IRS.

Negli Stati Uniti, il Congresso promulga leggi e richiede ai contribuenti di rispettarle.

Il ruolo del contribuente è quello di comprendere e adempiere ai propri obblighi fiscali.

Il ruolo dell’IRS è anche quello di aiutare la maggior parte dei contribuenti rispettosi della legge ad adempiere alle leggi fiscali e garantire che le tasse siano giustamente dovute a una minoranza di contribuenti che non sono disposti a rispettare la legge.

Capacità giuridiche

L’IRS è stato creato per svolgere i compiti assegnati al Segretario del Tesoro ai sensi dell’art. 7801 dell’U.S. Internal Revenue Code. Al Ministro è data tutta l’autorità di rispettare e far rispettare le leggi fiscali, nonché l’autorità di istituire l’IRS per vigilare sul rispetto di tali leggi. L’IRS è stato creato sulla base di questa concessione legislativa.

La sezione 7803 del Codice tributario prevede la nomina del direttore dell’IRS per organizzare l’applicazione e il rispetto delle leggi fiscali. Charles Rettig è l’attuale presidente dell’IRS.

 




Source link

Fortunatamente mio figlio possiede Bitcoin, commenta il presidente di Oaktree Capital Group

chiuso un mercato sul darknet dove si usava XMR