in

l’elezione di Biden sarebbe positiva per Bitcoin e negativa per la DeFi

L’ultima newsletter sulle criptovalute di Bloomberg afferma che l’elezione di Joe Biden a presidente degli Stati Uniti condurrebbe a una maggiore adozione generale di Bitcoin (BTC), includendo la potenziale approvazione di un exchange-traded fund per l’asset. Inoltre, descrive le politiche applicate dall’amministrazione del presidente Donald Trump nei confronti delle crypto come “passive”:

“A nostro giudizio, una potenziale presidenza di Joe Biden favorirebbe l’ulteriore crescita del prezzo di Bitcoin. La nuova leadership potrebbe cambiare la politica passiva del governo Trump, a detrimento del mercato crypto più ampio, e spingere la principale criptovaluta verso il pubblico mainstream, migliorando le possibilità di un ETF.”

Considerando che ieri il Department of Justice ha pubblicato il documento da 70 pagine “Cryptocurrency: An Enforcement Framework,” probabilmente la newsletter è stata scritta prima di questo sviluppo.

L’autore sostiene che le stesse forze ostacolerebbero la crescita della DeFi. Entrambe le conclusioni si basano sull’ipotesi che una “ripulita da parte dei Democratici” potrebbe potenzialmente fornire una maggiore chiarezza normativa nel settore crypto. Quest’anno, la DeFi è esplosa in un contesto totalmente privo di regolamentazione. Non è un caso che i criminali responsabili dell’hack ai danni di KuCoin abbiano riciclato la refurtiva illecita attraverso il più grande exchange decentralizzato, Uniswap.

Bloomberg afferma che, a prescindere dal risultato dell’elezione, “il prezzo di Bitcoin continuerà a salire, senza badare al presidente eletto, ma a un ritmo più moderato.” Inoltre, la newsletter conclude che se durante il prossimo mandato presidenziale il prezzo del crypto asset dovesse continuare ad aumentare anche solo a una velocità dimezzata rispetto a quella registrata dal 2016 al 2020, raggiungerà gli 80.000$ entro il 2024:

“I trend apparentemente inarrestabili nel rapporto debito/PIL statunitense, il quantitative easing (QE) e l’hash rate in aumento di Bitcoin indicano che il prezzo della criptovaluta ha più probabilità di continuare a crescere nel corso della prossima amministrazione presidenziale. Circa la metà dell’aumento del 1.400% tracciato dal voto del 2016 porterebbe il prezzo di Bitcoin verso gli 80.000$ nel 2024.”

Ieri, Square ha annunciato di aver acquisito 50 milioni di dollari in Bitcoin, a testimonianza della crescente adozione dell’asset da parte del settore aziendale.

Source link

Nel 2021 la Bank of Japan inizierà a svolgere dei test sulla propria CBDC

Trump fa pubblicità a Bitcoin!?+ La Nuova DeFi con Bidao e Chainlink! – CryptoMonday NEWS w13/'20