in

Le fee giornaliere di Uniswap hanno superato quelle di Bitcoin

Il più grande exchange decentralizzato del mondo, Uniswap, attualmente ha superato Bitcoin in fee giornaliere di oltre il 50%.

Secondo il sito web CryptoFees, nelle ultime 24 ore l’exchange decentralizzato Uniswap, basato su Ethereum, ha generato più di 4,8 milioni di dollari in fee. Grazie a ciò, Uniswap ora occupa la seconda posizione sopra Bitcoin, il quale ha generato “soltanto” 3,1 milioni di dollari.

Alla prima posizione troviamo ovviamente Ethereum, le cui commissioni complessive sono pari a 16,5 milioni di dollari: un cifra maggiore a quella degli altri 30 network tracciati da CryptoFees combinati.

Ma probabilmente il dominio di Uniswap su Bitcoin avrà vita breve: la scorsa settimana, il network di BTC aveva surclassato Uniswap del 20% in termini di fee. La principale criptovaluta aveva generato 4,15 milioni di dollari in commissioni, rispetto ai 3,5 milioni dell’exchange decentralizzato.

Le fee elevate di Uniswap sono una conseguenza dell’esorbitante prezzo del gas di Ethereum. Come emerge da BitInfoCharts, attualmente le commissioni di transazione sul mainnet sono di 13,60$. Secondo Etherscan, al momento gli swap di token su Uniswap costano in media 33,68$.

ETH Gas Station ha riportato che Uniswap è il più grande consumatore di gas del settore: negli ultimi 30 giorni, ha generato ben due milioni di dollari in commissioni. La stablecoin Tether occupa la seconda posizione, con un consumo di gas pari a 1,65 milioni di dollari nello stesso periodo.

Fee così elevate impediscono ai nuovi utenti di accedere alla DeFi su Ethereum, spingendoli verso alternative meno costose come il DEX PancakeSwap presente su Binance Smart Chain. Come riportato da Cointelegraph, PancakeSwap sta guadagnando una fetta sempre maggiore del mercato di Uniswap.

Source link

Mellon Bank pubblica la sua valutazione su Bitcoin

Le riserve di stablecoin sugli exchange toccano un nuovo massimo storico a 10 miliardi di dollari