in

La realized capitalization di Bitcoin è ora superiore al massimo storico del 2017

Glassnode, aggregatore di dati sui mercati delle criptovalute, ha rivelato che la realized capitalization di Bitcoin (BTC) è cresciuta di oltre il 50% dopo il raggiungimento del massimo storico di 20.000$, avvenuto nell’ultimo trimestre del 2017.

La realized capitalization è un parametro che misura il valore di ogni BTC al momento del loro ultimo spostamento sulla blockchain, consentendo così di stimare la cost basis complessiva di tutti i partecipanti al mercato. Tuttavia, questa statistica ignora i movimenti compiuti dagli exchange centralizzati: sarebbe pertanto più giusto dire che questo parametro calcola la cost basis degli investitori a lungo termine piuttosto che di trader e speculatori attivi sul mercato.

Attualmente la realized capitalization di Bitcoin è pari a 115 miliardi di dollari, 43 miliardi in più rispetto al massimo storico del 2017. L’attuale capitalizzazione di mercato è di 190 miliardi: in altre parole, gli HODLer di BTC sono complessivamente in profitto del 65% rispetto al momento dell’acquisto.

Realized capitalization di Bitcoin. Fonte: Glassnode

Il grafico di Coinmetrics mostra che la realized capitalization di Bitcoin ha continuato a crescere anche nei primi mesi del 2018, raggiungendo quota 90 miliardi di dollari per ben tre volte fra gennaio e maggio nonostante il prezzo della criptovaluta fosse scivolato sotto i 10.000$.

Sebbene nel secondo trimestre di quest’anno la speculazione pre-halving abbia fatto crescere la realized capitalization di un ulteriore 6%, il crollo del Black Thursday ha rapidamente annullato tutti i rialzi del 2020. Dopo maggio, la realized capitalization di BTC ha registrato una costante tendenza rialzista.

Secondo i ricercatori di IntoTheBlock, in questo momento oltre il 72% degli indirizzi crypto è in profitto. Il numero maggiore di investimenti è stato effettuato nella fascia compresa fra 1.040$ e 5.285$, e in quella compresa fra 8.450$ e 9.560$.

Numero di wallet di BTC in profitto
Numero di wallet di BTC in profitto. Fonte: IntoTheBlock

A differenza di Bitcoin, la realized capitalization di Ethereum (ETH), attualmente pari a 26,3 miliardi di dollari, è ancora ben lontana dai suoi massimi: è infatti del 25% inferiore rispetto al picco di 35 miliardi raggiunto nel 2018.

La realized capitalization di Ethereum ha infatti registrato un trend ribassista per un periodo molto più lungo rispetto a BTC, toccando ad aprile di quest’anno un minimo locale di 22,4 miliardi di dollari. Secondo IntoTheBlock, attualmente il 62% degli indirizzi di Ether sono in profitto: la maggior parte di questi fondi è stata acquistata per meno di 160$.

Realized capitalization di Ethereum. Fonte: Glassnode



Source link

Chainlink (LINK) arriva su Travala

Revolut: i bonifici istantanei SEPA diventano gratuiti