in

‘la fuga di capitali dall’Asia sta prendendo il Bitcoin Express’

Secondo un grande sostenitore di Bitcoin, la fuga di capitali dall’Asia è uno dei motivi principali che nel mese di agosto ha permesso a Bitcoin (BTC) di raggiungere nuovi massimi annuali.

Max Keiser, noto conduttore americano e famoso Bitcoin bull, è convinto che le crescenti tensioni in Asia siano uno dei fattori che hanno sostenuto il rally di Bitcoin verso i 12.000$.

“Non puoi portarlo con te, a meno che non sia Bitcoin”

In un tweet pubblicato il 10 agosto, Keiser ha affermato che Bitcoin è un valido metodo per spostare grandi somme di denaro da un Paese a un altro. A suo parere, molte persone in Asia stanno utilizzando BTC per spostare i propri soldi fuori dal continente, mentre le tensioni geopolitiche rischiano di influenzare negativamente i mercati. “La fuga di capitali dall’Asia sta prendendo il Bitcoin Express”, scrive Keiser.

Paragonando Bitcoin all’oro, uno dei beni rifugio più popolari al mondo, Keiser sostiene che la criptovaluta consente di spostare il proprio patrimonio all’estero in maniera incredibilmente semplice e veloce:

“Bitcoin sale mentre crescono le tensioni in Asia. La fuga di capitali dall’Asia sta prendendo il Bitcoin Express.

Non puoi portarlo con te, a meno che non sia Bitcoin. In tal caso puoi portarlo TUTTO con te (cosa quasi impossibile con l’oro).

Il commento arriva in seguito alle notizie di cittadini cinesi entrati illegalmente negli Stati Uniti con 28.000$ in lingotti d’oro.

Una nuova legge costringe Hong Kong ad abbandonare l’oro per “qualcos’altro”

Anche se Keiser non ha chiarito esattamente a quale situazione si stesse riferendo, il Financial Times ha segnalato che la popolazione benestante di Hong Kong sta spostando grandi quantità d’oro fuori dal polo finanziario, dopo che Pechino ha imposto a luglio di quest’anno una nuova legge sulla sicurezza nazionale che interessa la città.

Joshua Rotbart, direttore di J. Rotbart & Co, un rivenditore d’oro e fornitore di servizi di custodia con sede a Hong Kong, ha spiegato che in seguito all’introduzione di tale legge potrebbe arrivare una “risposta immediata dai residenti di Hong Kong” che vogliono conservare il proprio oro “da qualche altra parte.

All’inizio di luglio, Cointelegraph ha segnalato che alcune tra le principali banche globali, come Credit Suisse e HSBC, stavano iniziando a negare i propri servizi ai clienti di Hong Kong, mentre la popolazione protestava contro la nuova legge promossa dalla Cina.

La scorsa settimana Anthony “Pomp” Pompliano, un altro noto sostenitore di BTC, ha previsto che in futuro Bitcoin diventerà un mercato più grande dell’oro grazie alla sua superiore natura digitale.



Source link

truffatori fingono di essere l’autorità di supervisione finanziaria

la risposta di LiquidApps alla sfida per scalare Ethereum