in

La banca centrale del Bahrain ha emesso una licenza ad un exchange ‘conforme con la Sharia’

CoinMENA, un exchange di prossima apertura con sede in Bahrain, ha ottenuto una licenza dalla Banca Centrale del Bahrain, o CBB. 

Secondo quanto annunciato domenica dalla società, la nuova licenza “Crypto Assets Services Company License” permetterà a CoinMENA di operare pienamente come exchange regolamentato e piattaforma onshore. La licenza della CBB certifica che CoinMENA soddisfa tutti i requisiti operativi, tecnici e di sicurezza stabiliti dalla banca centrale.

Dato che la società prevede di lanciare i suoi servizi nei paesi del Medio Oriente e del Nord Africa (MENA), tra cui Bahrain, Emirati Arabi Uniti, Arabia Saudita, Kuwait e Oman, CoinMENA è anche certificata dallo Shariyah Review Bureau come piattaforma conforme alla Sharia.

Al momento del lancio, CoinMENA supporterà le cinque criptovalute: Bitcoin (BTC), Ether (ETH), XRP, Litecoin (LTC) e Bitcoin Cash (BCH). L’exchange sarà anche caratterizzato da una piattaforma over-the-counter per le transazioni più grandi, fornendo ai clienti un manager dedicato che supervisiona ogni scambio OTC. 

Dina Sam’an, co-fondatore e CEO di CoinMENA, ha spiegato che la società mira ad espandersi in più Paesi dopo il suo lancio: 

“Man mano che CoinMENA crescerà, forniremo l’accesso a ulteriori asset digitali ed espanderemo le giurisdizioni in cui operiamo, con l’obiettivo di diventare uno dei principali exchange di asset digitali a livello globale.”

CoinMENA stava lavorato al lancio della sua piattaforma di trading crypto da oltre due anni. Alla fine del 2019, CoinMENA ha nominato lo Shariyah Review Bureau come struttura di outsourcing per gestire e supervisionare la certificazione ed i servizi di audit legati alla Sharia per la sua piattaforma di asset digitali.

Source link

Tre ragioni per cui il prezzo di Ether potrebbe essere ancora diretto verso i 2.000$

pNetwork connette Binance Smart Chain con Ethereum