in

John McAfee arrestato in Spagna per evasione fiscale e promozione illecita di ICO

La Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti ha sporto denuncia contro John McAfee per aver promosso delle Initial Coin Offering (ICO) senza aver prima comunicato di aver ricevuto pagamenti dagli emittenti di tali ICO: una violazione della legge statunitense sui titoli azionari.

Nel reclamo si legge:

“Da almeno novembre 2017 a febbraio 2018, McAfee ha sfruttato la sua fama per guadagnare oltre 23,1 milioni di dollari statunitensi (USD) sotto forma di compenso non divulgato raccomandando almeno sette Initial Coin Offering, o ICO, ai suoi follower su Twitter.”

La SEC cita almeno sette emittenti di ICO non identificati, i quali avrebbero comunicato privatamente con il team di McAfee per convincerlo a promuovere il loro progetti in cambio di Bitcoin e altre monete digitali. Si tratta di un’azione illegale, che ha in precedenza spinto la Commission a perseguire celebrità come DJ Khaled e Floyd Mayweather, le quali avevano promosso delle ICO senza rendere chiara la sponsorizzazione.

Poche ore fa il Department of Justice ha segnalato che John McAfee è stato arrestato in Spagna con l’accusa di evasione fiscale, e che verrà presto estradato negli Stati Uniti.

McAfee è divenuto celebre nella comunità delle criptovalute per le sue previsioni estremamente rialziste su Bitcoin. Nel luglio del 2017, dichiarò che BTC sarebbe arrivato a 500.000$ nel giro di tre anni: in caso contrario, avrebbe “mangiato il suo caz*o in diretta nazionale“.

Nel 2019 ha rincarato la dose, sostenendo che il prezzo della criptovaluta avrebbe raggiunto il milione di dollari entro il 2020:

“Bitcoin è circa a 10mila e la gente si preoccupa. LMFAO!! Perché prestate attenzione alle fluttuazioni settimanali? E che caz*o, guardate la performance degli ultimi mesi! Sta crescendo enormemente.

Sono ancora convinto che arriverà a un milione entro la fine del 2020. Altcoin come MTC e Apollo cresceranno dieci volte di più.”

Tuttavia a luglio di quest’anno, quando era ormai ovvio che sarebbe stato impossibile per Bitcoin raggiungere un valore a sei cifre, McAfee ha fatto marcia indietro, sostenendo di non aver mai realmente creduto nella criptovaluta:

“Per farla breve: non ho mai creduto che Bitcoin sarebbe arrivato a valere 1 milione: è assurdo! È solo una vecchia moneta che non vale nulla. Volevo solo mangiarmi il cazzo in TV, e succederà.”

Ad agosto McAfee ha annunciato il suo allontanamento dal progetto Ghost, una privacy coin basata su un sistema di consenso Proof-of-Stake:

“Sto abbandonando il progetto Ghost. L’amministrazione non è in grado di garantire il successo del progetto. Senza alcun dubbio, fallirà.

Ho cercato di spiegare i principi di gestione fondamentali, ma sono caduti nel vuoto. Mi scuso con chi ho fuorviato. Mi dispiace.”



Source link

Il crypto-dollaro di Singapore mira a diversificare un panorama dominato dall’USD

Bitcoin ‘ha la tendenza ad aggiungere zeri al suo prezzo’