in

Joe Biden congela la regolamentazione dei wallet crypto

Joe Biden ha “congelato” la proposta di regolamentazione dei wallet crypto che era stata proposta dal precedente segretario del Tesoro USA Steve Mnuchin.

La proposta aveva fatto molto discutere perché avrebbe obbligato gli exchange a conoscere l’identità dei possessori dei wallet ai quali trasferivano importi superiori ai 3.000 dollari. Per gli exchange sarebbe stato molto difficile se non impossibile adempiere a tale regola. Poteva inoltre costituire un freno allo sviluppo del settore negli Stati Uniti, a tutto vantaggio degli exchange esteri.

Ad ogni modo, tra i primi atti della presidenza Biden, che ha giurato ieri, c’è il blocco di tutte le regolamentazioni ancora non emesse, affinché la nuova amministrazione possa valutarle.

La novità è stata salutata positivamente dal settore. Jake Chervinsky, di Compound, ha twittato:

Abbiamo combattuto duramente e ci siamo guadagnati il diritto di prendere un sospiro di sollievo e di resettarci. Janet Yellen non è Steve Mnuchin. Sono ottimista. 

Il ruolo di Yellen nella futura regolamentazione dei wallet crypto

In realtà il congelamento non è una vittoria. Al contrario, ora il dossier passerà nelle mani del nuovo Segretario del Tesoro USA, Janet Yellen, che tuttavia non può dirsi una persona entusiasta delle criptovalute.

La proposta di regolamentazione di Mnuchin nasceva per contrastare l’utilizzo delle criptovalute per scopi illeciti. La stessa preoccupazione sembra muovere anche Janet Yellen, che nei giorni scorsi ha sostenuto la medesima tesi. Dunque per il settore delle criptovalute si prospettano tempi non semplici. 

Ma il freeze imposto da Biden darà loro modo di negoziare, di presentare eventualmente le loro considerazioni, insomma, potranno diventare interlocutori del sistema provando a modificare la legge. 

I tempi restano incerti. Janet Yellen infatti ancora non è entrata un carica. La sua nomina dovrà essere prima approvata dal Senato. Una volta che il suo ruolo diventerà effettivo, la situazione potrà sbloccarsi e prendere una direzione chiara. 

Certo è che le recenti dichiarazioni di Janet Yellen hanno già avuto il loro effetto, quello di dare una scossa (negativa) al mercato. Starà agli esponenti dell’industria crypto degli Stati Uniti poi il compito di far cambiare idea a Janet Yellen convincendola che, dati alla mano, le criptovalute usate per scopi criminali non sono che una frazione piccolissima delle transazioni quotidiane. E forse questo può salvare il settore.




Source link

In un solo mese, 270.000 Bitcoin sono stati spostati all’interno di cold wallet

Il CIO di Guggenheim prevede un crollo a 20.000$ per Bitcoin