in

JCB e Mizuho Bank a lavoro su un progetto di identità digitale su blockchain

Alcuni importanti enti finanziari giapponesi stanno guardando alla blockchain per razionalizzare i sistemi di identità digitale. 

La terza banca più grande del Giappone, la Mizuho Bank, insieme al colosso dei pagamenti JCB, si sta preparando a testare un sistema di interoperabilità dell’identità digitale basato sulla tecnologia blockchain. Fujitsu ha annunciato giovedì che il nuovo progetto utilizzerà una soluzione sviluppata da Fujitsu Laboratories.

La nuova iniziativa permetterà alle aziende di elaborare meccanismi per trasferire e collegare in modo sicuro le informazioni di identificazione di più società commerciali. Questi dati includono nomi, indirizzi e datori di lavoro, memorizzati su una piattaforma cloud costruita da Fujitsu. Il progetto pilota coinvolgerà anche 100 dipendenti di Fujitsu Group, e la prima fase dovrebbe durare circa quattro mesi. 

Negli ultimi anni, tutte e tre le società coinvolte (Fujitsu, Mizuho Bank e JCB) hanno espresso un certo interesse verso il settore della blockchain.

Fujitsu applica questa tecnologia agli strumenti di gestione dell’identità digitale sin dal 2019: nel luglio 2019, infatti, Fujitsu Laboratories ha presentato il suo progetto basato su blockchain per valutare la credibilità delle credenziali degli utenti e l’affidabilità nelle transazioni online. Lo strumento permette di assegnare a ogni membro un “punteggio di affidabilità” in base alle valutazioni degli utenti memorizzate sul registro distribuito.

Alla fine del 2019, JCB, il principale emittente giapponese di carte di credito, ha annunciato l’intenzione di adottare una nuova soluzione di pagamento business-to-business basata su blockchain. Al fine di sviluppare la piattaforma, l’azienda ha collaborato con Paystand, società che si occupa di pagamenti commerciali. A maggio, JCB ha anche collaborato con l’acceleratore tecnologico Techfund per costruire un sistema di transazioni sostenibili su blockchain.

Nel febbraio 2019, invece, Mizuho Financial Group ha dichiarato di voler lanciare una piattaforma che prevede una valuta digitale per i pagamenti ed i servizi di rimesse. 

Source link

Cardano in aiuto di ETC per il problema del 51%

Il creatore di Filecoin smentisce il presunto sciopero dei miner