in

Il settore blockchain risponde alle normative crypto proposte dalla Commissione Europea

Alcuni tra i principali operatori nella comunità crypto globale si sono espressi in merito alle nuove proposte legislative della Commissione Europea sugli asset digitali. La International Association for Trusted Blockchain Applications, o INATBA, ha rilasciato una risposta iniziale al pacchetto di regolamentazioni Markets in Crypto-Assets (MiCA) proposto dalla commissione. L’associazione include importanti società crypto come Ripple, ConsenSys e Iota.

Nella risposta ufficiale alla Commissione Europea, i membri dell’INATBA hanno dato voce alle preoccupazioni del settore sulle disposizioni MiCA proposte, invitando l’autorità a unire le forze per sviluppare ulteriormente il quadro legislativo. Sebbene l’INATBA consideri il MiCA come un passo avanti complessivamente positivo che mira a introdurre chiarezza normativa, alcuni dei suoi membri hanno esposto una serie di preoccupazioni significative.

Ad esempio, sostengono che nella sua forma attuale il MiCA potrebbe “sovraccaricare un settore giovane e innovativo con requisiti legali e di conformità costosi e complessi, sproporzionati rispetto agli obiettivi perseguiti.” L’associazione ha espresso la speranza che la commissione fornisca misure di sostegno per impedire al MiCA di soffocare l’innovazione all’interno dell’Unione Europea, costringendo le società stabilite nell’UE a fuggire in paesi esterni.

Nella sua risposta, l’INATBA ha inoltre sottolineato che la legislazione proposta, nel suo stato attuale, potrebbe incidere negativamente su alcuni sottosettori emergenti come la Finanza Decentralizzata, o DeFi. “Alcune analisi suggeriscono che, sotto la legislazione proposta, i mercati emergenti e nelle fasi iniziali come la Finanza Decentralizzata probabilmente non saranno più accessibili all’Europa e ai suoi cittadini,” recita il comunicato dell’INATBA.

Introdotte ufficialmente il 24 settembre, le normative MiCA fanno parte del nuovo pacchetto per la finanza digitale della Commissione Europea, attualmente oggetto di considerazione da parte delle controparti legislative della commissione. Secondo XReg Consulting, società di consulenze globale sulle regolamentazioni degli asset digitali, una volta adottato il MiCA sarà direttamente applicabile in tutto il SEE senza necessità di legislazione nazionale.

Nella sua sintesi del MiCA, XReg si è detta fiduciosa che la nuova disposizione avrà un profondo impatto non solo all’interno dello Spazio economico europeo, ma a livello globale. Nathan Catania, partner presso XReg Consulting, ha spiegato a Cointelegraph che a suo avviso l’adozione della nuova legislazione richiederà qualche anno.

Creata con l’appoggio della Commissione Europea ad aprile 2020, l’INATBA conta oggi più di 100 membri, tra cui il colosso tecnologico IBM, il gigante delle consulenze Accenture e Deutsche Telekom.

Source link

LIBRA + XRP + CBDC Cinese vs BITCOIN – CryptoMonday NEWS w16/'20

Stati Uniti e UE verso una regolamentazione dell’industria crypto?