in

Il CEO di BitGo consiglia di investire almeno il 3% in BTC per sfuggire alla svalutazione della moneta

I lockdown dovuti alla pandemia di coronavirus costringeranno la gente ad abbandonare la moneta fiat e rifugiarsi in oro e Bitcoin (BTC), ha avvertito il CEO del crypto asset manager BitGo.

In una serie di tweet pubblicati il 12 agosto, Mike Belshe ha esortato caldamente gli investitori a convertire almeno il 3% del proprio portfolio in Bitcoin.

Belshe: gli investitori passeranno da contanti a oro e Bitcoin

Mentre diverse giurisdizioni in tutto il mondo reintroducono condizioni di lockdown obbligatorio, Belshe spiega che negli Stati Uniti il governo si è dato la zappa sui piedi adottando queste misure.

“Il governo è costretto a mantenere i lockdown per correttezza politica, cosa che lo obbligherà a stampare moneta ancora più rapidamente. Gli investitori istituzionali stanno segnalando il fatto e riconoscono che la svalutazione renderà il contante difficile da tenere.”

Queste istituzioni hanno fatto notizia nel corso della settimana, quando la società multimiliardaria MicroStrategy ha confermato di aver adottato Bitcoin come asset di riserva per la propria tesoreria.

Un acquisto iniziale da 250 milioni di dollari ha consolidato il senso di cambiamento, mentre il CEO Michael Saylor ha sottolineato le proprietà uniche di Bitcoin come moneta.

Stanno cercando alternative, e… arriveranno a Bitcoin e oro”, ha continuato Belshe.

“Se non hai Bitcoin in questo momento, è ora di mettere almeno il 3% del tuo patrimonio netto in BTC. È probabilmente l’investimento a rischio più basso, con il più alto potenziale di guadagno asimmetrico che vedrai in tutta la tua vita. In alternativa interrompi il lockdown. Ma in ogni caso compra Bitcoin.”

Confronto dei rendimenti nel 2020 di macro asset al 12 agosto. Fonte: Skew

Moneta solida, non carta inflazionaria

Come riportato da Cointelegraph, la premessa alla base dei lockdown ha ricevuto pesanti critiche da alcuni sostenitori di Bitcoin. In particolare Saifedean Ammous, autore di “The Bitcoin Standard”, ha dichiarato che la misura è più dannosa per la popolazione di un Paese nel lungo termine rispetto al Coronavirus.

Le critiche si ricollegano ai contenuti del libro di Ammous e ad altri testi contrari a una politica economia basata sulla spesa e sull’indebitamento, come “L’economia in una lezione” di Henry Hazlitt.

L’evidente relazione tra una valuta fiat inflazionaria e la riduzione della prosperità dipinge Bitcoin come l’unica soluzione reale a disposizione di coloro che vogliono risparmiare per il futuro.

Questa settimana, il messaggio è diventato ancora più chiaro quando una ricerca ha rivelato una correlazione tra i movimenti del prezzo di Bitcoin e l’espansione dei bilanci della banca centrale.



Source link

Chainlink: pump & dump? – The Cryptonomist

rubavano l’energia elettrica statale, arrestati quattro miner