in

Il breakout del pennant riporta Bitcoin sulla buona strada per i 14.000$

Questo fine settimana, il prezzo di Bitcoin (BTC) sembra deciso a chiudere il mese con una performance notevolmente forte, spingendo molti rialzisti a preannunciare un nuovo massimo storico sopra i 20.000$ nel futuro prossimo.

I trader attribuiscono queste stime ambiziose al fatto che BTC sembra aver trasformato in supporto la zona tra 12.000$ e 12.500$ e, salvo incidenti di prezzo imprevisti, Bitcoin è sulla buona strada per tracciare una fantastica candela mensile.

Grafico dei prezzi settimanale del mercato. Fonte: Coin360

Ulteriori prove ‘rialziste’ arrivano dalla scadenza di opzioni e future avvenuta ieri, in cui l’open interest dei contratti future ha perso 450 milioni di dollari secondo le stime del 28 ottobre.

Secondo il collaboratore di Cointelegraph Marcel Pechman:

“La più recente scadenza di opzioni su BTC e Ether non ha portato nessuna sorpresa. Deribit è nuovamente a 137.000 opzioni BTC rispetto alle 150.000 di ieri. Nel frattempo, la scadenza dei future del 30 ottobre sul CME ha sottratto 215 milioni di dollari dall’open interest, ma sembra che abbia avuto un impatto minimo sul prezzo, se non inesistente. Ancora una volta, il fenomeno del calo di BTC prima o dopo le scadenze future del CME non esiste più. Questo conferma la prospettiva rialzista per il recente movimento, nonostante le notizie negative dagli exchange asiatici e da Tether.”

Attualmente, BTC si trova intorno ai 13.800$, dopo aver spezzato verso l’alto il range sempre più stretto segnato dal prezzo, rappresentato nel grafico a 4 ore.

Grafico a 4 ore di BTC/USDT
Grafico a 4 ore di BTC/USDT. Fonte: TradingView

Nelle ultime 24 ore, Bitcoin è rimasto al di sopra della media mobile a 20 giorni, e dopo un test della resistenza a 13.620$ è riuscito a superare il limite superiore del pennant. In seguito, l’asset ha visitato brevemente livelli superiori a 14.000$, segnando un nuovo massimo per il 2020.

Prima del breakout, mentre il volume di trading continuava ad aumentare, il MACD ha incrociato verso l’alto la linea segnale (arancione) suggerendo un maggiore slancio. Anche l’RSI si trovava sopra la linea intermedia, intorno ai 60, quando BTC è finalmente riuscito a spezzare la resistenza dei 13.660$.

Nel caso in cui Bitcoin dovesse perdere lo slancio attuale e tracciare una correzione sotto i 13.100$, il primo supporto si trova a 12.800$. Se questo livello non regge, potrebbe aprire le porte a nuovi test dei 12.000$ e 11.500$.

Grafico giornaliero di Bitcoin
Grafico giornaliero di Bitcoin. Fonte: Coin360

L’attuale price action di Bitcoin è incoraggiante e l’asset digitale si trova chiaramente in un forte trend rialzista con un considerevole potenziale di crescita.

Lo stesso non si può dire per le altcoin che nel corso della settimana sono state travolte segnando gravi perdite. Al momento della stesura, il prezzo di Ether (ETH) è sceso del 5,8%, senza riuscire a reclamare i 400$ come supporto. Chainlink (LINK) ha perso il 6,74% e Binance Coin (BNB) il 6,10%.

Secondo CoinMarketCap, il market cap totale delle criptovalute si trova ora a 404 miliardi di dollari e la dominance di Bitcoin è pari al 63,6%.

Source link

le future elezioni potrebbero tenersi sulla blockchain di Cardano

La governance della maggior parte dei progetti DeFi è ‘fortemente centralizzata’