in

I ‘social token’ saranno il prossimo fenomeno del mondo crypto?

I social token, “ancorati” alla reputazione di un individuo, di un brand o di una community, stanno guadagnando popolarità: alcuni credono che potrebbero essere il prossimo fenomeno del mondo crypto. 

Ma cosa sono e perché gli artisti, i musicisti e gli influencer dei social media si affrettano a tokenizzare la loro immagine per regalarli (o venderli) ai propri follower? 

I social token sono un po’ diversi dai tanti liquidity farming token DeFi apparsi negli ultimi due mesi. Sono basati principio della “economia di proprietà”, secondo cui una community cresce di valore nel tempo.   

I creatori di contenuti possono monetizzare il loro lavoro sotto forma di token non fungibile (NFT), o social token, mentre i follower possono dare qualcosa in cambio per dimostrare il loro supporto. Gli influencer coniano i propri token per offrirli come ricompensa, oppure venderli per ottenere guadagni aggiuntivi. 

Cooper Turley di Audius ha spiegato oggi su Bankless:

“I social token forniscono un mezzo non solo per condividere i vantaggi finanziari con i loro creator preferiti, ma consentono anche l’accesso a vari livelli di membership, con token basati sulla partecipazione.”

Ad esempio, l’artista Laura Driskill gestisce un popolare canale Instagram e produce video ASMR (Autonomous Sensory Meridian Response) per aiutare a rilassarsi e a dormire. Ora ha creato il suo social token ERC-20, chiamato TINGLE, e i suoi follower possono acquistarlo in cambio di ulteriori contenuti o di prodotti. 

RAC, pseudonimo di André Allen Anjos, producer vincitore di un Grammy Award, ha appena annunciato un token realizzato con Zora, una piattaforma che permette ad artisti, creator e brand di creare il proprio mercato. Il token sarà distribuito agli abbonati di varie piattaforme associate e utilizzato per sbloccare l’accesso a vari vantaggi e contenuti esclusivi. RAC ha dichiarato: 

“Le crypto permettono alle community di trattenere il valore che creano invece di essere monetizzate da piattaforme preesistenti, e $RAC è un esperimento che spinge al limite questo concetto.”

Roll, startup con sede a New York, ha fatto un ulteriore passo avanti: offre token digitali basati su Ethereum, chiamati “social money”, per influencer e creator. 

Ci sono circa 160 social token su Roll ed il numero è in crescita, dato che molte celebrità, dai rapper alle star dell’NBA agli imprenditori, stanno sperimentando questo nuovo metodo per monetizzare i contenuti e incentivare la fedeltà della community. 

La tokenomics può assumere varie forme a seconda degli obiettivi del creator, ma tutti i progetti di questo tipo hanno una cosa in comune: i partecipanti sono tutti finanziariamente esposti e partecipano alla crescita. 



Source link

Più della metà degli exchange ha protocolli KYC deboli o inesistenti

Vitalik Buterin suggerisce Ethereum per i pagamenti