in

Gemelli Winklevoss in cima alla lista dei miliardari Bitcoin di Forbes

La famosa rivista di economia statunitense Forbes ha nominato i co-fondatori di Gemini, Cameron e Tyler Winklevoss, i più ricchi miliardari in Bitcoin (BTC).

Stilata da Michael del Castillo, reporter di Forbes incentrato sul settore crypto, la classifica presenta una lista di investitori in Bitcoin che hanno guadagnato di più dall’enorme rialzo di Bitcoin verso i 42.000$ a inizio gennaio 2021.

La classifica include quattro investitori in Bitcoin con un patrimonio netto crypto stimato superiore a un miliardo di dollari: i sopracitati gemelli Winklevoss, il noto investitore Tim Draper e Matthew Roszak, presidente e co-fondatore della società blockchain Bloq. I gemelli hanno conquistato la prima posizione con un patrimonio netto in crypto di circa 1,4 miliardi di dollari ciascuno. Roszak e Draper seguono con patrimoni netti stimati a 1,2 miliardi e 1,1 miliardi di dollari, rispettivamente.

La classifica continua con il CEO di MicroStrategy, Michael Saylor, il CEO e fondatore di Galaxy Digital, Mike Novogratz, e il co-fondatore di Ethereum, Vitalik Buterin. Stando ai dati di Forbes, il patrimonio in crypto di Saylor ammonta a 600 milioni di dollari, mentre quelli di Novogratz e Buterin corrispondono rispettivamente a 478 milioni e 360 milioni di dollari.

Castillo ha sottolineato che la nuova lista “non è assolutamente una classifica completa, ma indica quanto alcuni patrimoni siano aumentati.” Secondo l’esperto, la bull run di Bitcoin ha creato almeno cinque nuovi miliardari, o “possibilmente un bel po’ di più.” Castillo spiega che la classifica si basa su dati disponibili al pubblico relativi ai wallet digitali. “Utilizzando tutto, da wallet digitali pubblicamente disponibili al giornalismo vecchio stile, cerchiamo di identificare alcuni dei più grandi vincitori di questo recente boom nel settore crypto,” ha scritto.

L’8 gennaio 2021, il prezzo di Bitcoin ha segnato un nuovo massimo storico a 42.000$, in seguito a un enorme rialzo dopo aver finalmente superato i 20.000$ a fine 2020. Poco dopo l’arrivo a 42.000$, Bitcoin ha tracciato una forte correzione, scendendo l’11 gennaio sotto i 31.000$.

Tuttavia, stando ai fondamentali del network, il prezzo di Bitcoin potrebbe essere diretto verso una ripresa. Infatti, il 12 gennaio Bitcoin ha registrato un notevole bounce del 20% dopo il recente disastro. Al momento della stesura, Bitcoin si trova a circa 35.000$, dopo una crescita del 10% nelle ultime 24 ore; negli ultimi 30 giorni, Bitcoin è aumentato di oltre l’85%.

Source link

non è la fine del mondo se per un po’ Bitcoin non infrange nuovi record

Il calo di Bitcoin a 27.000$ costa 190 milioni di dollari ai trader long su Binance