in

Gas fee di Ethereum in calo, volumi giornalieri di DEX e DeFi in declino

La crescente popolarità della finanza decentralizzata (DeFi) ha portato una rinnovata attenzione e ottimismo nel settore delle criptovalute: il valore totale bloccato su tutti i protocolli è passato da 1 miliardo a 59 miliardi di dollari in meno di un anno, di cui 24,33 miliardi attribuibili alle 5 principali piattaforme.

L’aumento delle gas fee è stato uno dei risultati più evidenti della maggiore interazione con i protocolli DeFi, e attualmente il network di Ethereum (ETH) ospita la maggior parte dei principali progetti DeFi. Le commissioni sono aumentate costantemente da novembre 2020, toccando un picco il 23 febbraio con un costo di transazione medio di 373 Gwei, circa 11,72$ al prezzo attuale di Ether.

Prezzo medio del gas di Ethereum. Fonte: Etherscan

Dal 23 febbraio, le commissioni sono diminuite del 65%, il costo medio sceso a 131 Gwei il 3 marzo e i dati mostrano che alcuni periodi della giornata offrono livelli sotto i 70 Gwei.

Le transazioni nella DeFi sono diminuite durante la correzione

Una possibile motivazione dietro il calo delle gas fee negli ultimi giorni si può trovare osservando il volume giornaliero sugli exchange decentralizzati (DEX).

Volume giornaliero sui DEX
Volume giornaliero sui DEX. Fonte: Dune Analytics

I dati di Dune Analytics mostrano che il volume di trading sui DEX ha iniziato a calare dopo il picco a 4,35 miliardi di dollari del 23 febbraio. Il 3 marzo, il parametro della crescita giornaliera dei DEX è sceso del 50%.

Secondo Connor Higgins, data scientist presso Flipside Crypto, le commissioni sono diminuite negli ultimi giorni. Invece di indicare una causa specifica, Higgins sostiene che le commissioni elevate del 23 febbraio erano un’eccezione rispetto alla media complessiva su un arco di tempo più lungo:

“In media le commissioni sono diminuite, ma sembra più che si stiano normalizzando dopo una giornata di livelli insolitamente alti.”

Commissioni di Ethereum divise per ora
Commissioni di Ethereum divise per ora. Fonte: Flipside Crypto

Come si vede nel grafico riportato sopra, tra il 22 e il 23 febbraio le gas fee hanno raggiunto valori molto più alti rispetto alla media. In questo periodo, la congestione del network è aumentata a causa di un sell-off generale che ha visto il prezzo di BTC precipitare del 23,6% e i prezzi delle altcoin correggersi bruscamente. Quando il mercato si è stabilizzato, le gas fee sono tornate alla loro media ordinaria.

Le crescenti transazioni di NFT intasano il network di Ethereum.

Forse gli utenti del network di Ethereum speravano in un calo delle gas fee più significativo quando le transazioni nella DeFi sono diminuite. Tuttavia, non è stato così. Una ragione per cui i costi rimangono elevati potrebbe essere il recente aumento di attività nel settore dei token non fungibili (NFT).

Grafico dei progetti NFT
Grafico dei progetti NFT. Fonte: NonFungible

Mentre sempre più progetti NFT vengono lanciati e organizzano aste, i costi di transazione elevati e la congestione del network sono probabilmente destinati a continuare su Ethereum fino a quando non verrà implementata una soluzione di scalabilità ampiamente integrata.

Negli ultimi due mesi, sono emerse soluzioni layer 2 e protocolli con ponti cross-chain verso Ethereum, come Polygon e la Binance Smart Chain, e molti progetti stanno migrando verso queste piattaforme come migliore soluzione temporanea alle commissioni elevate.

Progetti come Aavegotchi e SushiSwap hanno dimostrato quanto questi network possono essere efficaci dopo le recenti integrazioni con Polygon, e probabilmente altri progetti NFT e DeFi ne seguiranno l’esempio attirati da costi di transazione e velocità superiori a Ethereum.

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo appartengono unicamente all’autore e non riflettono necessariamente i punti di vista di Cointelegraph.com. Ogni investimento e operazione di trading comporta dei rischi. Dovresti condurre una ricerca propria quando prendi una decisione.

Source link

Le ultime news di Cardano con Glow e il fondo di Dubai

Elon Musk contro gli scam delle crypto