in

Estonia pubblica whitepaper di Bitcoin sul sito ufficiale

Il celeberrimo whitepaper di Bitcoin, scritto da Satoshi Nakamoto nel 2008, è stato pubblicato su un sito ufficiale del governo dell’Estonia.

Si tratta del sito della cosiddetta e-residency.

E-resident.gov.ee è il sito web governativo della nazione digitale estone. Infatti, dal 2014 l’Estonia offre ai cittadini esteri la possibilità di ottenere una “residenza digitale” nel paese grazie alla quale è possibile avere un’identità digitale emessa dallo Stato estone, simile a quella fornita ai cittadini residenti fisicamente nel paese.

Grazie alla e-residency i cittadini esteri forniti dell’identità digitale estone possono utilizzare i servizi forniti sia dall’Agenzia di Stato che dal settore privato. 

L’Estonia ormai da diversi anni punta molto sull’innovazione e sullo sviluppo tecnologico, tanto che negli anni scorsi aveva addirittura pensato di realizzare una propria criptovaluta, ovvero il cosiddetto Estcoin. Tuttavia alla fine fu costretta a rinunciare a causa del fatto che aderisce all’Eurozona. 

Nonostante ciò ha continuato ad esempio ad offrire servizi ad aziende crypto, diventando uno dei pochi paesi in cui sono bene accette. 

Perché l’Estonia ha pubblicato il whitepaper di Bitcoin

Nella pagina del sito ufficiale in cui ha pubblicato il whitepaper di Bitcoin l’Estonia dichiara di essere un pioniere della blockchain, visto che utilizza da tempo una tecnologia blockchain chiamata “Keyless Signature Infrastructure” per garantire l’integrità dei dati e dei sistemi governativi. 

“Da quel momento, abbiamo assistito a un aumento globale della domanda di modi per abilitare la fiducia nelle transazioni commerciali transfrontaliere, sia con l’architettura Bitcoin introdotta dal white paper di Satoshi Nakamoto, sia con il primo concetto al mondo di e-Residency lanciato dall’Estonia nel 2014”. 

A questo punto dichiara di voler preservare il whitepaper originale di Bitcoin sul proprio sito web come fonte di ispirazione per gli innovatori del futuro che cercano di capire come utilizzare la tecnologia blockchain per facilitare il business transfrontaliero ed altre applicazioni. 

Si tratta in assoluto della prima volta nella storia che un sito web governativo ospita questo celeberrimo whitepaper, ed è possibile che questa iniziativa sia una risposta diretta al maldestro tentativo di Craig Wright di chiedere i diritti d’autore su questo documento, di cui tra l’altro non ha mai dimostrato di esserne l’autore. Sarà curioso vedere se Wright a questo punto denuncerà anche il governo estone, o soprassiederà.




Source link

Stellar investe in Wyre per migliorare i pagamenti in fiat

Quali sono i momenti migliori (e peggiori) della giornata per fare transazioni su Ethereum?