in

È ora possibile comprare viaggi su Viator usando criptovalute

La società blockchain australiana ShareRing ha avviato una partnership con Viator, il marketplace di esperienze di Tripadvisor, per consentire agli utenti di comprare quasi 400.000 esperienze turistiche con un’ampia varietà di criptovalute.

La piattaforma di ShareRing, sviluppata su Tendermint, permetterà di prenotare, registrarsi e pagare le 395.000 attività ed esperienze globali di Viator, usando valute fiat locali o i principali crypto asset, inclusi Bitcoin (BTC), Ether (ETH) e il suo token nativo SharePay (SHRP).

La piattaforma utilizza il sistema ShareRing ID per garantire che le informazioni personali e finanziarie degli utenti siano gestite in modo sicuro, e dispone di funzionalità dedicate al contact tracing, per un turismo sicuro durante la pandemia.

Siamo entusiasti di aggiungere Viator all’ecosistema ShareRing,” ha affermato Tim Bos, CEO di ShareRing.

Bos ha aggiunto che, quando creano un account sull’app di ShareRing, gli utenti stanno in realtà configurando un ID sulla blockchain. “È un ID autonomo su cui hanno il pieno controllo,” ha spiegato Bos in un’intervista a Cointelegraph. “Questo crea fiducia tra loro e il fornitore, soprattutto quando alcune esperienze potrebbero comportare un rischio più elevato.

ShareRing sostiene che gli utenti saranno anche in grado di prenotare oltre 2,6 milioni di hotel, voli e noleggio veicoli, così come richieste di visti turistici grazie a diverse partnership svelate a breve.

Anche se il lato tecnico è pronto, ShareRing procederà con un soft launch che vedrà l’intero range di prodotti a disposizione dei clienti entro Natale. ShareRing prevede che entro la fine dell’anno 100.000 utenti si saranno registrati sulla piattaforma.

La nostra portata sarà globale, anche se inizialmente ci concentreremo sulla regione del sud-est asiatico,” ha dichiarato Bos, aggiungendo:

“Stiamo collaborando con il governo tailandese per collegare la nostra piattaforma al sistema governativo di E-visa on arrival.”

Quest’anno, la compagnia ha ricevuto finanziamenti tra 2,5 e 3 milioni di dollari da noti fondi d’investimento come 12 Peers Capital Markets, Alphabit, GDA Capital e Alpha Sigma Capital. “Questi finanziamenti, che sono stati utilizzati al 100% per le operazioni e il marketing della società, ci hanno aiutato ad ampliare il nostro team aprendo nuovi uffici in Cina e Tailandia,” ha commentato Bos.

Ad agosto, la società ha annunciato un’app di passaporto elettronico anonima con funzionalità di contact tracing per contribuire a una riapertura sicura di confini, negozi e attività turistiche durante la pandemia. Con questo strumento, i viaggiatori presentano una “Proof of Health” nei punti di entrata.

L’app consente agli utenti di caricare documenti importanti, come la e-visa on arrival (eVOA), informazioni sul passaporto, assicurazioni di viaggio, prenotazioni di voli e camere, e risultati negativi a test per il COVID-19.

Source link

la prima squadra italiana con il logo di Bitcoin sulla maglia dei giocatori

Il won digitale della Corea del Sud verrà distribuito nel 2021 in un ‘ambiente virtuale’