in

David Barral il primo calciatore pagato in Bitcoin

Svolta nel mondo del calcio: David Barral è il primo calciatore ad essere pagato in Bitcoin. Lo ha annunciato la sua nuova squadra, la DUX Internacional de Madrid. 

Come si può leggere nel tweet la modalità di pagamento sarà in criptovaluta grazie alla partnership con Criptan

Criptan è una piattaforma spagnola che consente l’acquisto di criptovalute tramite conto corrente bancario o carta di credito. Inoltre dispone di una propria carta di credito del circuito Visa che consente agli utenti di spendere le criptovalute sia nei negozi fisici sia online.

David Barral in un tweet ha commentato:

“Sono felice di unirmi al DUX Internacional del Madrid, con l’ambizione e la responsabilità di continuare a competere e raggiungere importanti sfide nella mia carriera sportiva”.

Mentre Criptan si è complimentata con il giocatore e con la squadra, dando loro il benvenuto nel mondo delle criptovalute. 

Chi è David Barral, il primo calciatore pagato in Bitcoin

David Barral è un attaccante spagnolo, classe 1983. Giocherà ora nell’Inter Madrid, nella terza divisione spagnola, ma vanta un passato con le più importanti squadre di Spagna, tra cui Levante e Granada. 

Dopo la recente esperienza in Giappone nelle file del Tokushima, è rientrato in Spagna prima nel Racing Santander e ora nell’Inter Madrid. 

Lo sport sposa i Bitcoin

David Barral è il primo calciatore ad essere pagato in Bitcoin ma non è l’unico sportivo ad averli scelti come metodo di pagamento. Solo poche settimane fa la svolta analoga era arrivata nella NFL statunitense, con Russell Okung. A consentire la modalità di pagamento in Bitcoin in questo caso è Strike.

A differenza di David Barral, Russell Okung già dal 2019 chiedeva di essere pagato in Bitcoin. Mentre per la verità, guardando il profilo Twitter di Barral non emerge nulla che potesse far pensare ad un suo coinvolgimento in Bitcoin.

Resta il fatto che anche il calcio sembra sempre più coinvolto nel mondo delle criptovalute. Solo ieri il Milan ha annunciato la partnership con Chiliz e l’emissione del suo fan token. Prima del Milan, l’altra squadra italiana della Juventus aveva lanciato il token JUV per un maggiore coinvolgimento dei tifosi.

C’è poi da menzionare l’esperienza del fantacalcio si blockchain consentita da Sorare. Numerose sono le squadra che hanno aderito, i cui calciatori sono diventati NFT collezionabili e scambiabili. Qualche esempio, tra i più recenti:

Tra l’altro uno degli advisor di Sorare è il calciatore del Barcellona Gerard Piqué.

In definitiva, sembra proprio che le criptovalute e la blockchain, siano destinate a dare un contributo sempre maggiore al mondo dello sport.




Source link

Ethereum ora elabora 28% più transazioni di Bitcoin, svelano i dati di Messari

Grayscale compra in un solo giorno altri 16.244 Bitcoin