in

Come listare un token della blockchain di Tron

Recentemente è stata lanciata una nuova piattaforma di Tron che permette sia di scambiare token che listare il proprio token basato su questo protocollo. 

Parliamo di JustSwap, una piattaforma molto simile a Uniswap che supporta invece i token della blockchain di Ethereum.

Come abbiamo visto in precedenza, è abbastanza semplice listare un token su Uniswap e così, nella stessa maniera, possiamo listare un token anche su JustSwap, creare una pool o aggiungere liquidità ad una già creata ed ottenere delle fee in cambio.

Per listare un token basato sulla blockchain di Tron su JustSwap ci serviranno alcune cose:

  • Un account Tron con diverse risorse bloccate sia in termini di Energy che in Bandwidth;
  • Il token che vogliamo usare nella nostra pool, anche uno creato da noi;
  • Dei Tron (TRX) che serviranno come token di riferimento per dare un prezzo al nostro token;
  • Il wallet TronLink.

Justswap, la guida per listare un token sulla blockchain di Tron

Il primo passo da fare è quello di collegarci alla piattaforma JustSwap e recarci nella sezione “Swap” nel menu laterale sinistro e cliccare la voce “Pool”.

A questo punto, dopo che avremo cliccato sul pulsante “Add Liquidity”, ci troveremo nella schermata in cui dovremo inserire il totale dei Tron (TRX) ed il token che vogliamo listare.

Possiamo anche inserire l’indirizzo del token, con la relativa quantità.

Inoltre, va ricordato che i token dovranno essere prima sbloccati premendo il pulsante “Approve nome token”, quindi confermare la transazione che consumerà 22473 di Energy e 346 di Bandwidth e poi cliccare sul pulsante “Supply” e confermare anche questa transazione con il nostro wallet.

Alla fine avremo aperto la nostra pool ed avremo ottenuto i nostri token relativi alla pool, in questo caso token TRX/JST che rappresenteranno la nostra posizione e che ci permetteranno di partecipare alla distribuzione delle fee della pool: maggiore sarà la nostra liquidità, maggiori saranno le fee che percepiremo.

Ricordiamo che questo sistema di pool è soggetto a quello che viene definito impermanent loss, ossia la variazione in negativo di un prezzo di uno dei due token.

Il rapporto tra i due token inizialmente è del 50/50, quindi per ottenere un profitto bisogna sempre valutare quale token scegliere e sperare che il suo valore non scenda troppo.

Con questo metodo avremo il nostro token listato in maniera decentralizzata e chiunque potrà comprarlo dalla pool, senza passare per procedure tediose o fornire dati personali ad un soggetto esterno come nel caso di un exchange centralizzato.

 




Source link

BITCOIN e mercati criptovalute. ENTRIAMO NEL MENSILE HALVING 2020.

La Fed per l’inflazione: opportunità per BTCUSD