in

CNBC: Bitcoin può essere il prossimo GameStop

Secondo quando sostenuto in un articolo pubblicato sul sito della CNBC, Bitcoin potrebbe essere il nuovo GameStop.

L’articolo, scritto dalla Senior Producer MacKenzie Sigalos, sostiene che ci siano dei parallelismi tra bitcoin, ed il rapido movimento al rialzo del suo prezzo del 29 gennaio quando Elon Musk ha cambiato la biografia del suo profilo Twitter ufficiale in ”#bitcoin”, e la vera e propria mania scoppiata sulle azioni di GameStop.

La chiave di questo parallelismo è la battaglia tra i grossi venditori allo scoperto, come gli hedge fund, ed i trader retail che si coordinano sui social media per far aumentare i prezzi in modo da rendere non profittevoli le posizioni short. 

Infatti risulterebbe che gli hedge fund siano short su bitcoin per oltre 1 miliardo di dollari. 

Queste posizioni short sono aumentate a partire da ottobre 2020, ovvero proprio da quando è iniziato il recente rally del prezzo di bitcoin, mentre molti investitori retail pare che stiano ancora acquistando BTC perchè convinti invece che il prezzo aumenterà.

Un altro parallelismo riguarda la piattaforma di trading Robinhood che, dopo aver imposto restrizioni sul trading di azioni come GameStop, da venerdì ha limitato anche il trading di criptovalute.

Le differenze tra GameStop e Bitcoin

Tuttavia c’è un’importante differenza: mentre GameStop è un’azienda in crisi, i fondamentali alla base del bitcoin invece rimangono promettenti, tanto che vi sono ancora diversi analisti con previsioni bullish sul medio/lungo periodo. 

Anzi, in realtà è l’aumento di interesse nei confronti di Bitcoin da parte di alcuni tra i protagonisti della finanza globale ad aver generato una sorta di carenza di offerta di BTC sui mercati. In altre parole la domanda sta aumentando, visto che l’interesse da parte degli investitori istituzionali non sembra rallentare, mentre l’offerta no.

Ad esempio McKenzie Slaughter, membro del Black Women Blockchain Council, afferma: 

“C’è molta domanda e non c’è abbastanza offerta di bitcoin perché ogni istituto finanziario abbia la propria riserva per servire i propri clienti”. 

Secondo quanto affermato da MacKenzie Sigalos, alla base dell’ascesa di bitcoin ci sono anche rabbia e frustrazione per il modo con cui gli investitori istituzionali realizzano profitti, e questo è fondamentalmente il fenomeno alla base del recente pump organizzato di GameStop, grazie alla community Reddit r/wallstreetbets, che ora conta più di 8 milioni di iscritti. 

Sigalos scrive: 

“Gran parte del valore intrinseco della criptovaluta deriva dal fatto che non è legata a nessun governo né è ancorata ad altre valute. 

Investire in una criptovaluta indipendente come bitcoin, quindi, significa che stai investendo i tuoi soldi in una tecnologia ed una valuta che potrebbero un giorno sostituire il moderno sistema finanziario. Questo certamente non sfugge ai trader retail che cercano il modo migliore per escludere gli investitori istituzionali dall’equazione”.




Source link

Mark Cuban ritiene che Wall Street non abbia alcuna possibilità contro i nativi digitali

CEO di Coinbase in cima alla classifica dei miliardari blockchain di Hurun