in

Chiude i battenti il leggendario Room 77, il primo locale ad accettare pagamenti BTC

Il primo, leggendario bar ristorante in Germania ad accettare pagamenti in criptovalute ha chiuso definitivamente i battenti.

Il 18 ottobre, Joerg Platzer, fondatore di Room 77, ha scritto un post su Reddit annunciando la chiusura della prima impresa fisica ad accettare Bitcoin (BTC). In un messaggio d’addio pieno di riferimenti alla Guida galattica per gli autostoppisti di Douglas Adams, Platzer ha detto “grazie ancora per tutto il pesce e le generose mance” dopo più di 15 anni d’attività svolti in “quel piccolo locale di Berlino, a Kreuzberg“. 

Platzer ha poi dichiarato:

“Ci siamo divertiti molto, davvero molto, e ci siamo fatti tantissimi amici. Ormai è chiaro che nessuno fermerà più Bitcoin. Un denaro credibile su scala globale renderà presto insostenibile scatenare guerre e creerà l’uguaglianza economica tra gli uomini”.

Room 77, “il ristorante alla fine del capitalismo” situato nel quartiere di Kreuzberg a Berlino, è stata la prima impresa fisica ad accettare il Bitcoin come forma di pagamento. Platzer ha dichiarato di aver ricevuto il primo pagamento crypto nel maggio del 2011, in cambio di una pinta di birra. 

Dato che il prezzo medio della birra in Germania è di circa 4,10$ e che in quel momento Bitcoin aveva appena raggiunto la parità con il dollaro statunitense, al tasso di cambio attuale il prezzo di un boccale sarebbe di oltre 45.000$!

Fonte: Room 77

Quando la notizia si è diffusa, gli utenti Twitter hanno subito iniziato a postare le loro storie relative al “pellegrinaggio” presso il leggendario bar. Persino il noto divulgatore Andreas Antonopoulos ha frequentato il bar, “convertendo” alcuni proprietari di aziende locali in appassionati crypto dopo un incontro fortuito.

Eric Lombrozo, sviluppatore di Bitcoin Core, ha dichiarato:

“Un tempo, una visita a Berlino non era completa senza una pausa al Room 77. Questo posto farà per sempre parte della storia di Bitcoin”.

Phil Lucsok, invece, ha raccontato della prima volta che ha speso crypto nel mondo reale:

“Quando ho ricevuto un po’ di Bitcoin per la prima volta, volevo solo spenderlo da qualche parte nel mondo reale. Sono arrivato al Room 77 in un pomeriggio della primavera del 2013 e ho ordinato un caffè, non volendo né birra né cibo: volevo solo spendere un po’ di valuta decentralizzata per la prima volta in vita mia.”

Platzer non ha chiarito le motivazioni della chiusura, ma gli ex clienti ipotizzano che possa essere legata alle restrizioni dovute alla pandemia. La settimana scorsa le autorità avevano annunciato l’istituzione di un coprifuoco che imponeva ai bar di Berlino di chiudere tra le 23 e le 6 del mattino e di limitare gli assembramenti a non più di 25 persone al chiuso.

Anche se il divieto è stato poi revocato, molte aziende in tutto il mondo stanno subendo una significativa decrescita delle entrate a causa delle molte persone che preferiscono rimanere a casa.

A tal proposito, l’economista Jon Matonis ha scritto su Twitter:

“Possiamo dare la colpa al COVID o alla gentrification, ma in ogni caso questo locale di Kreuzberg è stato un punto di riferimento per Bitcoin per oltre 10 anni: in migliaia sono venuti qui per fare il loro pellegrinaggio obbligatorio”. 



Source link

Sviluppatori di Monero lanciano un importante aggiornamento del network

Wallet e Lyra Staking Tutorial – Scrypta