in

Chainlink sale del 30% dopo un trend ribassista di 6 settimane e il sell-off di uno sviluppatore

In seguito a un trend ribassista durato sei settimane allontanandosi dal suo massimo storico, ieri LINK ha ottenuto un bounce del 30%, mentre il sell-off da parte di uno sviluppatore causa da mesi una costante pressione al ribasso sul prezzo del token.

La forte ripresa di Bitcoin, un mare di verde tra i token DeFi e l’annuncio di una nuova partnership hanno contribuito all’aumento del prezzo.

Il token nativo di Chainlink aveva perso più del 60% dal suo picco di 20$ toccato a metà agosto, segnando un minimo a livelli di supporto fondamentali in prossimità dei 7,50$ nella giornata di giovedì 24 settembre. Il trend ribassista di sei settimane sembra essere stato accelerato da diverse vendite di grandi quantità di LINK da parte di un indirizzo che, secondo la pubblicazione crypto inglese Trustnodes, appartiene a uno sviluppatore del progetto.

Negli ultimi sei mesi, questo ‘dev address’ ha venduto regolarmente lotti di 500.000 token, del valore di circa 4,8 milioni di dollari per lotto ai prezzi attuali. La frequenza delle vendite è aumentata dopo che il mese scorso LINK ha raggiunto il suo massimo storico. L’indirizzo mostra diverse transazioni verso un indirizzo Binance, ma da lì si perdono le tracce.

Ci sono circa 26 milioni di token rimanenti in questo indirizzo, per un valore stimato di 258 milioni di dollari ai prezzi attuali.

Dal suo picco, la capitalizzazione di mercato di LINK è scivolata da oltre 7 miliardi ai 3,4 miliardi di dollari di oggi. Nonostante ciò, rimane uno dei crypto asset più performanti quest’anno, con una crescita di oltre il 1000% dal 1° gennaio nel punto del suo massimo storico. Ai prezzi attuali, vanta comunque un aumento del 450% dall’inizio dell’anno.

Il sell-off ha spinto i prezzi a un livello di supporto cruciale, in cui i ‘Link Marines’ sembrano aver iniziato ad accumulare di nuovo. Il range compreso tra 7$ e 8$ è stata la zona occupata da LINK a luglio prima dell’incredibile rialzo concluso a 20$. Questa settimana, il ritorno all’importante livello ha catalizzato una forte pressione d’acquisto, innescando ieri la ripresa tanto attesa dai trader.

Questo slancio rialzista si è tradotto in un aumento del 30% in meno di 24 ore, raggiungendo massimi locali intorno ai 10$. Da allora, i prezzi si sono leggermente ritirati e attualmente si aggirano intorno ai 9,70$

Grafico – Tradingview.com

Il bounce è arrivato qualche ora dopo l’annuncio di Chainlink in merito a una partnership con la società di viaggi Travala.com. LINK è stato integrato come metodo di pagamento sulla piattaforma crypto-friendly per la prenotazione di alberghi. Ora i possessori del token possono utilizzarlo per prenotare in oltre 2,2 milioni di hotel e case vacanza in 230 paesi.

Anche lo slancio di Bitcoin potrebbe aver influito sul movimento del token. La prima criptovaluta è ben nota per la sua capacità di spostare il resto del mercato, e il suo prezzo è rimbalzato nello stesso periodo dal supporto dei 10.250$, segnando una crescita del 5% conclusa a 10.750$.

“Travala integrerà LINK per i pagamenti, e i possessori di token LINK potranno pagare le prenotazioni in oltre 2,2 milioni di hotel e case vacanza in tutto il mondo.”



Source link

Stati Uniti e UE verso una regolamentazione dell’industria crypto?

La Commissione Europea adotta un nuovo pacchetto legislativo per crypto e blockchain