in

Causa contro la SEC, svolta per Ripple

Svolta nella causa tra Ripple e la SEC. Nell’udienza che si è tenuta lo scorso martedì 6 aprile, il tribunale ha accolto la richiesta di Ripple Labs di avere accesso ai documenti della SEC che riguardano Ripple. 

In questi documenti ci sarebbero anche le discussioni interne alla stessa SEC sulla natura di XRP rispetto a Bitcoin ed Ethereum. Infatti, per la SEC le criptovalute BTC ed ETH sono delle commodity. Al contrario, XRP sarebbe una security, pertanto la vendita di XRP sarebbe stata illegittima in quanto non ottemperante alle leggi statunitensi. 

Ma i documenti interni della SEC potrebbero dire altro e cioè che XRP è molto più simile a Bitcoin ed Ethereum di quanto la vicenda giudiziaria intentata dalla Securities and Exchange Commission voglia far credere. 

Proprio Ripple infatti, nel dicembre 2020, cioè quando annunciò l’azione legale da parte della SEC, si difese citando Bitcoin ed Ethereum e sostenendo che la SEC volesse soffocare l’innovazione. Per la SEC infatti la differenza principale tra Bitcoin ed Ethereum e Ripple, è che BTC ed ETH sono decentralizzate, mentre XRP no, tanto che la maggior parte dei token sono detenuti proprio da Ripple. 

Ad ogni modo, nel processo Ripple vorrebbe chiamare a testimoniare anche dei soggetti del tutto particolari: gli investitori, coloro che hanno acquistato XRP. 

L’impatto della causa Ripple-SEC sul prezzo di XRP

Comunque, la svolta nell’azione giudiziaria sembra stia facendo bene al prezzo di Ripple. 

Dopo essere crollata fin sotto i 20 centesimi a seguito dell’annuncio della causa, nei giorni scorsi, per la prima volta da tre anni, XRP è tornato sopra il valore di 1 dollaro. Dopo il rintracciamento di ieri, un andamento in linea con il mercato, oggi XRP guadagna il 2% e si trova a 94 centesimi. Va detto che a novembre, cioè prima che si abbattesse la tempesta giudiziaria, il rally di XRP si era concluso sulla soglia dei 70 centesimi. Questo valore è stato nettamente superato in questa settimana.

Anche gli exchange sembrano tornare ottimisti: si rincorrono rumors che vorrebbero diversi exchange pronti a listare nuovamente XRP. Se questo accadesse il prezzo del token di Ripple potrebbe risentirne positivamente. 




Source link

Bloomberg: bitcoin potrebbe raggiungere i 400.000$

Winklevoss: bitcoin entra nel settore immobiliare