in

Caffè Barbera usa la blockchain di Algorand

Caffè Barbera ha annunciato una nuova partnership con Algorand per utilizzarne la blockchain per pagamenti immediati e decentralizzati. 

Quella che è di fatto “la più antica torrefazione d’Italia”, già l’anno scorso decise di iniziare ad accettare pagamenti in criptovalute, limitandosi però ad accettare Bitcoin, Ethereum e XRP. 

Ora invece, grazie a questa nuova partnership, accetterà anche ALGO, USDT, USDC, BUSD, DAI, BNB, Litecoin, Bitcoin Cash, XLM e Tezos. 

Di particolare interesse è proprio l’aggiunta delle quattro principali stablecoin, ed il fatto che la blockchain di Algorand consente trasferimenti immediati, oltre che sicuri, scalabili e decentralizzati.

Inoltre questa partnership verrà estesa anche ai pagamenti business-to-consumer (B2C), utilizzando l’aggregatore di pagamenti Bleumi Pay. 

Nonostante si tratti di un’azienda con una lunga storia alle spalle, essendo nata addirittura 151 anni fa, Caffè Barbera è stato il primo produttore di caffè in Europa ad abilitare i pagamenti in criptovalute sul proprio sito di e-commerce e, nonostante la pandemia, ha deciso di continuare a guardare al futuro scommettendo proprio sull’innovazione. 

D’altronde l’azienda è ancora di proprietà e gestita dai discendenti di quinta e sesta generazione del fondatore, Domenico Barbera, detto “il Mago del Caffè”, sebbene ormai sia un brand globale, presente in più di 60 paesi nel mondo.

L’obiettivo principale dell’azienda rimane comunque sempre quello di produrre un caffè eccezionale, con i classici tratti distintivi dell’Italia meridionale. 

Algorand invece è un progetto fondato nel 2017 da un altro italiano, Silvio Micali, membro della facoltà del MIT dal 1983 e vincitrice del prestigioso Premio Turing. 

Una promo per celebrare la partnership tra Caffè Barbera e la blockchain di Algorand

Per celebrare questa nuova partnership, Caffè Barbera offre in promozione uno sconto del 20% a tutti i clienti che acquisteranno prodotti proprio con la criptovaluta ALGO. 

Un portavoce dell’azienda ha dichiarato: 

“All’inizio dell’anno abbiamo deciso di fare di più, di offrire di più e ci siamo resi conto che non potevamo farlo da soli, quindi abbiamo iniziato a cercare un partner. Abbiamo trovato Algorand e siamo rimasti molto colpiti dal loro team e dalla loro mission. 

Siamo impegnati nella trasformazione digitale e crediamo che le tecnologie blockchain abbiano un enorme potenziale. Il passaggio alle valute digitali è per certi versi inevitabile. Ciò porterà evidenti vantaggi in termini di efficienza, agilità e maggiore accesso finanziario. Anche in un settore tradizionale come il caffè le valute digitali plasmeranno il futuro delle vendite business-to-consumer on-line nei prossimi 5/10 anni, e le vendite internazionali business-to-business. Questo è il momento giusto per investire e sperimentare queste tecnologie. La fortuna aiuta gli audaci”. 




Source link

la domanda per Bitcoin da parte dei clienti è in aumento

In Georgia, negli Stati Uniti, gli studenti di scuola superiore studieranno criptovalute