in

Bitcoin scivola del 5%, trascinando con sé il resto del mercato

Nella giornata di mercoledì, Bitcoin (BTC) ha esteso la sua correzione: molti avevano avvertito che le posizioni long eccessive dovevano essere spazzate via per consentire nuovi rialzi.

Grafico orario di BTC/USD (Bitstamp). Fonte: Tradingview

Il prezzo di BTC si aggrappa a malapena al supporto dei 56.000$

Cointelegraph Markets Pro e TradingView mostrano che mercoledì BTC/USD ha toccato un nuovo minimo locale a 55.760$

La seconda giornata di perdite più sostanziali per la coppia spinge anche le altcoin ad annullare i loro successi precedenti, con Ether (ETH) tornato sotto i 2.000$.

Uno sguardo al comportamento dei trader sottolinea posizioni long con leva al livello precedente del prezzo spot, indicando la convinzione che un nuovo rialzo sia più probabile di un’ulteriore correzione. Secondo l’analista Filbfilb, queste posizioni dovranno essere liquidate prima che Bitcoin possa iniziare la sua avanzata verso nuovi massimi storici.

Il recente movimento correttivo è riuscito a resettare notevolmente la composizione di mercato. Stando alla risorsa di monitoraggio Bybt, nelle ultime 24 ore gli exchange hanno registrato un totale di 2 miliardi di dollari in liquidazioni, di cui 600 milioni in una sola ora.

Il 23 marzo, un grande afflusso verso il wallet di una whale è avvenuto a 55.172$,ha aggiunto il servizio di monitoraggio Whalemap, ipotizzando un potenziale minimo.

“Vediamo come il prezzo reagisce a questo livello. In genere, rimbalza da supporti così forti.”

Grafico di BTC/USD annotato con cluster di whale
Grafico di BTC/USD annotato con cluster di whale. Fonte: Whalemap

Le altcoin fanno marcia indietro dopo un forte inizio di settimana

Per quanto riguarda le altcoin, al momento della stesura le performance notevoli di molti asset sono in pericolo: Ether è di nuovo sotto il traguardo dei 2.000$ e sempre più lontano dai massimi storici.

Grafico orario di ETH/USD (Bitstamp)
Grafico orario di ETH/USD (Bitstamp). Fonte: Tradingview

XRP e DOT di Polkadot sono i due più grandi perdenti nella top 10 delle criptovalute per market cap, con correzioni oltre il 10% dall’inizio della giornata.

Commentando il pullback generale, il noto trader Scott Melker ha incolpato i trader ipersensibili.

Bitcoin starnutisce e perde qualche centinaio di dollari, i trader nervosi vendono le loro alt in preda al panico e la dominance di Bitcoin aumenta. Fantastico,” ha twittato.

“Un promemoria di quanto siano delicate le finestre del trading di altcoin.”

Le altcoin rimangono destinate a un drastico ritorno in piena forma quest’estate, mentre Filbfilb afferma persino che la seconda incarnazione della “Alt Season” è già iniziata.



Source link

il nuovo progetto per creare siti Web3

Prezzo Ethereum Classic (ETC): +40% in una settimana