in

Bitcoin rischia tornare sotto i 10.000$? Il ‘Trondicator’ potrebbe avere la risposta

I mercati sono un mare di rosso. Ether (ETH) è sceso da 500$ a 300$ nel giro di qualche giorno, la gente strilla nel panico che la bolla della DeFi è già scoppiata, lamentando il crollo della loro “moneta con un nome legato al cibo”, dopo che un account attivo su Twitter solo da un mese ha sottratto 38.000 ETH agli investitori.

Sì, è soltanto un’altra settimana nel settore crypto, ma nessuno si è accorto che Tron (TRX) sembrava andare alla grande in mezzo a tutto questo?

Potrebbe essere una coincidenza, ma l’ultima volta che è successo così rapidamente l’intero mercato crypto è entrato nel lungo e freddo crypto winter.

Panoramica giornaliera dei mercati crypto, 4 settembre. Fonte: Coin360.com

Panoramica giornaliera dei mercati crypto, 4 settembre. Fonte: Coin360.com

Il pattern “Bart” del massimo di Bitcoin

Grafico a 4 ore di BTC/USD. Fonte: TradingView

Grafico a 4 ore di BTC/USD. Fonte: TradingView

Bitcoin ha perso il 21% del suo valore in dollari, dopo la caduta da 12.500$ fino a livelli inferiori all’importante 10.000$ in appena due settimane, tracciando sotto i nostri occhi l’ormai famoso pattern “Bart”.

Ma quando la criptovaluta leader per capitalizzazione di mercato compie un movimento così forte, generalmente trascina con sé tutti gli altri crypto asset.

Il massimo di questo capitolo nella storia di Bitcoin ha toccato circa i 12.500$, e molti si chiedono ora dove potrebbe trovare il suo minimo. Nell’analisi di questa settimana, esaminerò tre potenziali piani d’azione per identificare il minimo.

Il gap sul CME

Grafico a 4 ore di BTC1! sul CME. Fonte: TradingView

Grafico a 4 ore di BTC1! sul CME. Fonte: TradingView

La maggior parte dei trader esperti conosce bene il gap sul CME, ma lo spiegherò comunque a chi non si è ancora imbattuto in questa stregoneria. Bitcoin è un asset negoziabile 24/7. Tuttavia, il CME è aperto solo 23 ore al giorno, aprendo i battenti domenica sera alle 17:00 CT e chiudendoli alle 16:00 CT di venerdì pomeriggio.

Questo significa che ci sono finestre temporali in cui possono formarsi dei vuoti, solitamente durante il fine settimana, tra la chiusura di venerdì e la riapertura di domenica sera. Nonostante ciò, i trader possono comunque fare trading sull’asset 24/7 usando quella che il CME indica sul suo sito web come:

“Regola 526: gli EFRP (Exchange for Related Position), ai sensi della Regola 538, possono essere negoziati/eseguiti 24/7 e devono essere presentati per la compensazione durante la sezione appropriata.”

Quindi, per quanto riguarda i grafici, gli ordini possono comunque essere piazzati quando il mercato è chiuso. Ciò significa che gli ordini possono rimanere vuoti, creando di conseguenza il famoso gap.

Il più recente è avvenuto il 13 agosto, un giovedì. Il CME ha chiuso per un’ora quando Bitcoin si trovava a 11.715$, e alla riapertura il prezzo era salito a 11.765$. Questo movimento da 50$ è ciò che ha creato il gap. Quindi, quando Bitcoin ha raggiunto quota 12.635$ sul grafico del CME, è possibile che alcuni ordini da 11.715$ fossero rimasti incompiuti.

Il 19 agosto 2020, quando il prezzo è caduto al di sotto della zona, il gap è stato considerato “colmato”, quindi sembra ragionevole supporre che gli ordini rimasti indietro a questo livello fossero stati riempiti.

Tuttavia, il prezzo di Bitcoin ha continuato a perdere terreno, toccando un nuovo minimo locale a 9.905$ sul grafico del CME, attualmente a soli 240$ di distanza da un gap formato il 24 luglio.

Qui le cose diventano confuse. Il range del gap risalente al 24 luglio è compreso tra 9.665$ e 9.925$, quindi verrebbe da chiedersi se il gap deve ancora essere colmato, o se è stato parzialmente riempito.

Quando il prezzo è entrato nel range, non ha raggiunto i 9.665$, pertanto non ha colmato del tutto il vuoto. Questo significa che ci sono ancora ordini in attesa di essere riempiti a 9.665$?

Non possiamo saperlo, e il risultato è la divisione tra chi crede che il gap sia stato colmato e chi è convinto del contrario.

Il fib settimanale punta a 7.000$ come livello di supporto

Grafico settimanale di BTC/USD. Fonte: TradingView

Grafico settimanale di BTC/USD. Fonte: TradingView

Lasciando da parte la magia del CME, i trader tecnici hanno già messo gli occhi su zone vicine ai 7.000$ come prossimo supporto. Il 4 settembre, l’analista @officiallykeith (che sarei io) ha twittato:

“Perdere il livello 0,618 a 7.033$ sul grafico settimanale realizzerà il mio sogno di non possedere nulla.”

Poco più tardi, Scott Melker, un altro trader rinomato, ha menzionato gli stessi livelli:

“Un punto da ricordare: da qui, una correzione verso i 7.000$ sarebbe ancora considerata ‘salutare,’ toccando il prezioso ritracciamento 61,8% prima di rimbalzare verso nuovi massimi. Uno scenario di questo tipo sarebbe considerato ‘normale’ dopo la crescita dai minimi di marzo. Spaventerebbe tutti.”

Anche se la possibilità di raggiungere il livello di Fibonacci 0,618 potrebbe terrorizzare molti, gli hodler di Bitcoin più navigati tra noi come @Davincij15 hanno rassicurato crypto Twitter che fa tutto parte del gioco:

“9 anni e mezzo fa…

Ho comprato #Bitcoin a $1 e ho continuato a comprare fino a 32$, poi l’ho visto crollare a 2$! In seguito l’ho anche visto rimbalzare tra 5$ e 7$ per 2 anni.

Ho comunque resistito, continuato a comprare e sono ancora qui!”

Un monito per ricordarci che tenere o fare trading di Bitcoin non sarà facile, ma fino ad oggi scommetterci contro si è rivelata molto raramente una buona idea. Quindi abbiamo due potenziali minimi da tenere d’occhio: 9.665$ o intorno a 7.100$.

Tuttavia, c’è un terzo indicatore meno convenzionale che potrebbe darci la risposta…

Il “Trondicator”

Grafico settimanale di TRX/ETH. Fonte: TradingView

Grafico settimanale di TRX/ETH. Fonte: TradingView

Parliamo di Tron per un attimo. La mia ultima vincita da 10x durante il bull market del 2017 è in realtà avvenuta all’inizio del 2018, ed è stata su TRX.

Tutti sappiamo cosa è successo dopo il gennaio del 2018. Il bear market delle crypto si è abbattuto su di noi, e le altcoin hanno iniziato il loro inesorabile declino verso lo zero. Tron e, in particolare, la storia del suo grafico sono interessanti in questo contesto per il seguente motivo: ogni volta che Tron traccia una candela con un’ombra grande quasi quanto il corpo stesso, succedono cose strane al settore crypto nel suo complesso.

Questa interessante coincidenza non è subito evidente sui grafici di TRX/USDT, in quanto Tron ha iniziato la sua attività come una coppia con ETH. Quindi, esaminando il grafico settimanale di TRX/ETH, iniziamo a vedere un pattern più chiaro del Bart tracciato da BTC negli ultimi giorni.

La prima volta che abbiamo visto questo tipo di candela rialzista con un’ombra superiore così lunga, è cominciato il bear market. La seconda volta si è presentata nella settimana iniziata il 7 gennaio 2019, seguita da una candela ribassista con un’ombra lunga quanto il corpo il 4 febbraio 2019, il periodo esatto in cui Bitcoin ha raggiunto il suo minimo intorno ai 3.300$.

Ed ecco che si ricomincia, la candela settimanale di Tron iniziata il 30 agosto è rialzista con un’ombra pari al corpo, e tutti i mercati stanno andando a rotoli. Forse, e dico forse, troveremo il minimo quando Tron segnerà di nuovo un’altra candela con un’ombra lunga quanto il suo corpo.

Lo scenario ribassista per Bitcoin

Se Bitcoin non riesce a proteggere il supporto del gap sul CME a 9.665$, terrò d’occhio i ritracciamenti di Fibonacci settimanali. Si trovano ai seguenti livelli: 0,382 a 9.190$, seguito dal fib 0,5 a 8.168$, con il livello di correzione più sicuro, 0,618, intorno ai 7.146$.

Perdere il fib 0,618 significherebbe in sostanza che il bull market si è concluso, ora dobbiamo monitorare il Trondicator.

Lo scenario rialzista per Bitcoin

L’effetto del gap sul CME è molto concreto. Ho visto con i miei occhi una correzione immediata dopo il suo riempimento. Quindi, dato che il gap è stato parzialmente colmato, forse abbiamo già segnato il minimo. Il primo segno rialzista arriverà se chiudiamo sopra il fib 0,236, intorno ai 10.454$. Se BTC riesce a proteggere questo livello, credo che il bull market potrà proseguire.

Le idee e le opinioni qui espresse appartengono unicamente a @officiallykeith e non riflettono necessariamente i punti di vista di Cointelegraph. Ogni investimento e operazione di trading comporta dei rischi. Dovresti condurre una ricerca propria quando prendi una decisione.



Source link

Nonostante i divieti, Binance non intende rinunciare al lancio di Binance Card in Russia

Tech Mahindra sulla blockchain di Amazon