in

Altcoin in forte crescita, ripresa di Bitcoin ostacolata a 34.000$

La contrazione di Bitcoin (BTC) sotto i 30.000$ è stata di breve durata: la criptovaluta ha subito trovato supporto grazie a una nuova ondata di acquirenti, fra i quali anche MicroStrategy con la sua acquisizione da 10 milioni di dollari.

I dati di Cointelegraph Markets e TradingView mostrano che questo afflusso di fondi ha permesso a BTC di raggiungere un massimo giornaliero di 33.866$. Mentre si è in attesa che l’amministrazione Biden approvi un pacchetto di stimolo da svariate migliaia di miliardi di dollari, le conversazioni su Bitcoin come riserva di valore sono tornate più accese che mai.

Sebbene la recente volatilità di Bitcoin abbia spinto alcuni analisti a sostenere che la criptovaluta sia un asset ciclico piuttosto che un hedge, la contrazione ha attirato le attenzioni degli investitori al dettaglio, che hanno sfruttato il calo di prezzo per comprare.

Panoramica dei mercati crypto
Panoramica dei mercati crypto. Fonte: Coin360

Anche la Banca dei Regolamenti Internazionali ha ammesso che le valute digitali potrebbero avere degli usi: l’istituzione pianifica di condurre una serie di test sulle Central Bank Digital Currency nel corso del 2021.

Ora che il Crypto Fear and Greed Index è passato da “Extreme Greed” a “Fear”, pare che alcuni investitori stiano seguendo il consiglio di Warren Buffet, ovvero “comprare quando c’è sangue per le strade“.

Investitori istituzionali temono future regolamentazioni

Secondo Chad Steinglass, Head of Trading di CrossTower, la correzione di Bitcoin potrebbe essere stata innescata da alcuni commenti critici rilasciati da Janet Yellen, la nuova Segretaria al Tesoro degli Stati Uniti

Prima dei commenti di Yellen, Bitcoin stava vivendo un periodo di “consolidamento post-correzione” fra i 34.000 e i 38.000 dollari, mentre i trader erano “in attesa di vedere quale lato del range sarebbe stato sfidato o superato.

Grafico a 4 ore di BTC/USDT
Grafico a 4 ore di BTC/USDT. Fonte: TradingView

Steinglass ha inoltre spiegato che i prossimi movimenti di Bitcoin saranno determinati dalle azioni degli investitori istituzionali:

“31.000$ si è dimostrato essere un solido supporto, o per lo meno non tutti hanno venduto. Dovremo attendere e vedere se quel muro reggerà, se le istituzioni continueranno ad accumulare. Se così sarà, è probabile che il trend rialzista si ristabilisca e continui.

Tuttavia, se si sposteranno ai margini in attesa di ulteriore chiarezza normativa, la mancanza di grandi flussi d’acquisto si farà sentire.”

La grande ripresa delle altcoin

Molte delle principali criptovalute alternative hanno ottenuto un’ottima ripresa: Polkadot (DOT) è in verde del 10%, raggiungendo un picco di 18$; Chainlink (LINK) è cresciuto del 10% e conquistato quota 23$; ottime anche le prestazioni di Tezos (XTZ), il cui prezzo è arrivato a 3,22$ grazie a un incremento giornaliero del 16%.

La capitalizzazione complessiva di tutte le criptovalute è ora pari a 955 miliardi di dollari, mentre la dominance di Bitcoin oscilla attorno al 64%.

Source link

Polkadot continua a crescere – The Cryptonomist

Grayscale sta per lanciare un trust su LINK?